Gradino su gradino: novità e tendenze per le scale da interni



Gradino su gradino: novità e tendenze per le scale da interni

Siamo abituati a pensare alle scale da interni nelle nostre case come ad un elemento fondamentale, che ci permette di spostarci tra i vari piani, e nella scelta della scala adatta alla nostra abitazione cerchiamo funzionalità e sicurezza. Elementi certo importanti ma nella scelta non dobbiamo dimenticare la centralità estetica e visiva che la scala avrà nell’ambiente. 

Scale da interni, un vero complemento d’arredo
Come primo passo è bene sapere che essenzialmente esistono due modi di realizzare una scala da interni. Il primo è la scala in muratura, realizzata in calcestruzzo durante la costruzione della casa, il secondo invece è la scala autoportante che viene installata a fine lavori o durante una ristrutturazione, per andare a sostituire una vecchia scala che non ci piace più o non rispecchia affatto il nostro stile.
Queste scale, dette appunto autoportanti o prefabbricate, sono quelle che ci interessano di più, perchè visto il vasto assortimento e le scelte di design che ci sono oggi sul mercato, diventano dei veri e propri complementi d’arredo, capaci da sole di valorizzare una stanza. Va anche detto che queste scale consentono un’elevata personalizzazione, quindi alla fine avremo un prodotto di interior design su misura, pensato e realizzato per il nostro ambiente.
Se ci troviamo davanti ad una stanza vuota, come una tela bianca, possiamo addirittura pensare di iniziare ad arredarla proprio con la scelta della scala, che diventerà non solo elemento funzionale, ma fulcro estetico dell’ambiente. Tutte le scelte d’arredamento successive, dai mobili agli accessori fino ai tessuti ruoteranno poi intorno ai materiali ed ai colori scelti per la scala.
Se invece abbiamo un ambiente già arredato o comunque un’idea precisa di come sarà, la scelta della scala da interni dovrà andare ad armonizzarsi con lo stile e i colori già esistenti. Se ci troviamo in un soggiorno classico con ampi spazi si potrà scegliere una scala a giorno, con gradino in legno e corrimano in acciaio, o ferro battuto, oppure scegliere materiali tradizionali come il gres porcellanato piuttosto che il marmo. Se invece amiamo gli ambienti moderni e minimal la scelta andrà sicuramente su materiali più innovativi come l’acciaio inox, il vetro temperato o l’acciaio verniciato che è uno dei nuovi trend nell’arredamento di oggi.

A giorno, retrattile, a sbalzo: la scelta della scala da interni 
Dopo aver pensato alla parte estetica della nostra scala da interni è il momento di valutare quale modello sia giusto per noi.
Il primo elemento da considerare è dove andrà collocata la scala e lo spazio che abbiamo a disposizione. Nella progettazione e realizzazione di una scala da interni infatti vanno valutati alcuni elementi fondamentali come la differenza in altezza tra i due livelli che dobbiamo collegare, la disposizione delle pareti, le caratteristiche strutturali o se ci sono porte o finestre che interessano la parete sulla quale verrà appoggiata la scala. 
Poi ci sono le parti più tecniche, che valuteremo insieme all’azienda specializzata, come la profondità della pedata e il rapporto tra questa e l’alzata. La pedata di una scala non è altro che il gradino che per legge non può avere profondità inferiore ai 25 cm. L’alzata invece è la distanza verticale tra un gradino e l’altro. Perchè la scala sia pratica e funzionale ma soprattutto sicura ci deve essere un giusto rapporto tra questi due valori, e si considera un rapporto ideale quello tra pedata di 30 cm e alzata di 17 cm.
Nel mondo delle scale da interni prefabbricate troviamo diversi modelli che soddisfano diverse esigenze o gusti. La scala a giorno è la più classica scala a rampa con alzata che può essere sia aperta che chiusa. La pedata della scala a giorno può essere in legno, in ceramica ma anche in acciaio se si deve arredare un ambiente moderno. Normalmente sono provviste di corrimano e il gradino in alcuni casi può essere ancorato direttamente alla parete per creare una scala a sbalzo.
La scala a chiocciola di solito viene scelta per questioni di spazio, infatti riduce di parecchio l’ingombro rispetto ad una scala a giorno. E’ ideale in particolare per mansarde, solai o soppalchi e può essere sia a pianta tonda, quella più vista e conosciuta, ma anche a pianta quadrata.
Tra i nuovi trend dell’arredamento di oggi, per quanto riguarda le scale da interni, troviamo sicuramente ai primi posti della classifica la scala a sbalzo pura, senza cioè una struttura portante visibile. Queste sono scale con un impatto visivo molto leggero, che si armonizzano perfettamente con un arredamento moderno ed essenziale. Le scale a sbalzo non hanno appunto una struttura portante a vista perchè è la stessa parete in muratura che svolge questa funzione. I gradini vengono ancorati con dei particolari sistemi direttamente al muro senza congiunzione tra l’uno e l’altro e l’aspetto finale è molto elegante e pulito. I gradini delle scale a sbalzo possono essere di qualsiasi materiale, in legno, in acciaio inox o verniciato, negli ultimi anni sta prendendo piede anche il vetro temperato che assicura una luminosità e leggerezza incredibili. 
Un altro tipo di scala da interni molto utile e pratica è la scala retrattile. Le scale retrattili sono generalmente costruite con materiali molto leggeri come acciaio zincato o alluminio e sono strutture che si ripiegano su se stesse per poter scomparire dentro un’anta a soffitto. Sono utilizzate per collegare vani poco utilizzati come solai o sottotetti senza creare inutili ingombri.
Se vogliamo farci un’idea sul vasto mondo delle scale da interni possiamo andare a curiosare su uno dei tanti siti di settore specializzati, come Fontanotshop, dove troveremo idee, immagini e descrizioni dettagliate delle varie tipologie di scale da interni.

Arredare in modo creativo con una scala da interni
Oltre alla necessità di montare una scala da interni per collegare diversi livelli dalla casa, le ultime tendenze dell’arredamento oggi vogliono la scala anche solo come elemento d’arredamento, centrale, creativo ed originale.
Se si ha un grande ambiente che lo permette, infatti, la scala può anche essere montata non per portare ad un altro piano ma andando “a morire” a soffitto, per essere utilizzata come un’ originale libreria o un creativo ripiano a gradini. 
In ogni caso dopo avere montato una scala da interni nella nostra abitazione possiamo renderla ancora più parte dell’ambiente e ancora più bella con piccoli accorgimenti d’arredamento creativo. Se la scala appoggia ad una parete, ad esempio, si può decorare la stessa con quadri, foto o stickers murali che riprendano il design più classico o moderno della scala stessa. Oltre ad abbellire i gradini della scala con piante verdi o fiorite l’ultimo trend è quello di utilizzare la tecnologia led per illuminare la nostra scala nei modi più originali. L’effetto delle luci led sulle pedate o sul profilo ascendente della scala è molto particolare e sicuramente stupirà i vostri ospiti.

Ultima modifica: 27 febbraio 2018