“I giochi per i bambini lasciamoli ai bambini”, il video di Dario Adragna per sensibilizzare le coscienze | VIDEO

"Anche se a volte È giusto ricordare che..."L'obbiettivo di questo video è"Usare la tecnologia per una nobile causa"Per chi come me è cresciuto giocando,Per chi sta crescendo e(non può farlo)ma soprattutto"per chi è già grande da un pezzo e non lo ha ancora capito#igiochideibambinilascioliaibambini#ilrispettoperilbenedituttièilprimopassoperunmondomigliore#sanleoneagrigento#parcogiochi#isoladeigiganti#insiemepergiocosi va troppo veloce oggi,fermatevi un attimo,spendete 4 minuti della vostra giornata per riflettere e condividere Grazie a Jason Rader per il montaggio e grazie di cuore a tutti coloro che hanno mandato le clip per la realizzazione del videoMusica-Arte e cuore si sono presi per mano per una nobile causa"Il rispetto per il bene comune"

Posted by Dario Adragna on Thursday, September 28, 2017

“Usare la tecnologia per una nobile causa”. Questo l’obiettivo del video ideato dall’agrigentino Dario Adragna, frontman dell’ Opera Buffa Band. Un video di quasi quattro minuti che ha già fatto emozionare in tanti. Il messaggio è ben chiaro: “i giochi per i bambini lasciamoli ai bambini”. Un modo per sensibilizzare le coscienze, per scuotere quanti non hanno rispetto del bene comune. In particolare, qui si fa riferimento ai giochi posti sul Lungomare di San Leone che hanno subito, soprattutto ultimamente, svariati attacchi ed atti vandalici.

A collaborare all’iniziativa in diversi, impegnati nella vita sociale, che con le loro clip, montate ad hoc da Jason Rader, hanno lanciato appelli ma anche raccontato momenti della loro vita, della loro infanzia. Protagonisti anche gli stessi bimbi, da Pietro Vecchio, che da’ un calcio alla palla, ad Alex Grace e Louis.
Musica, Arte e cuore si sono presi dunque per mano per una nobile causa: “Il rispetto per il bene comune”. Dario Adragna ha concluso il video, ricordando una frase di Dietrich Bonhoeffer: “Il senso morale di una società si misura su ciò che fa per i suoi bambini“. Occorrerebbe solo fermarsi qualche istante e meditare su ciò che viene detto per contribuire a dare una speranza ed un futuro migliore alle nuove generazioni. (Giusy Schillaci).  Ecco il video:

Ultima modifica: 29 settembre 2017