Fenomeno franoso di via Favignana, intervento di tre parlamentari.
Un’interrogazione parlamentare già presentata nei confronti del Governo ed una mozione sull’operato del Genio Civile di Agrigento.

Quali provvedimenti sono stati posti in essere da parte del Genio Civile di Agrigento e se quest’ultimo ha redatto il progetto per eliminare il dissesto come da incarico datato 2007 ? Lo chiedono i parlamentari.

CLICCA QUI PER LEGGERE I DOCUMENTI: Notizie-in-merito-all-aggravarsi-del-fenomeno-franoso-verificatosi-in-data-27-Febbraio-2018-in-Via-Favignana-Monserrato-Agrigento. Mozione-Fenomeno-franoso-verificatosi-in-data-27-Febbraio-2018-in-Via-Favignana-Monserrato-Agrigento.

Tempestiva azione parlamentare del vicepresidente vicario dell’Assemblea Regionale Roberto Di Mauro, in quale, assieme ai colleghi Pullara e Compagnone, interviene in merito all’aggravarsi del fenomeno franoso verificatosi lo scorso 27 Febbraio 2018 in Via Favignana – Monserrato dove un edificio è stato sgomberato e sette famiglie per un totale di 28 persone sono state evacuate.

I parlamentari fanno riferimento ad un’ordinanza sindacale datata 29 Marzo 2017, con la quale il Comune di Agrigento ha ordinato alla Società Girgenti Acque S.p.a. di effettuare il controllo sulla rete idrica e fognaria in contraddittorio con il Comun di Agrigento per la riparazione di eventuali perdite; all’I. A. C. P. proprietario del terreno oggetto del fenomeno franoso la messa in sicurezza del versante; ai proprietari del terreni limitrofi l’inibizione degli spazi; e che la Prefettura di Agrigento ha convocato un tavolo tecnico per il per affrontare la situazione emergenziale.

Per questo, si interroga l’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente su quali azioni sono state rese disponibili le risorse necessarie per gli studi geologici e per l’esecuzione del progetto già richiesti dal Comune di Agrigento con nota del 24 febbraio 2014; quali provvedimenti sono stati posti in essere da parte del Genio Civile di Agrigento e se quest’ultimo ha redatto il progetto per eliminare il dissesto come da incarico datato 2007; si chiede inoltre se l’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente ha reso disponibili le risorse necessarie per gli studi geologici e per l’esecuzione del progetto già richiesti dal Comune di Agrigento; se è stato redatto il progetto di consolidamento adeguato alla evoluzione del dissesto franoso e se quest’ultimo è stato inserito in adeguata programmazione da parte dell’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente e dell’Assessore Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità; ed ancora quali siano i provvedimenti presi per alleviare le problematiche che subiscono i cittadini a causa dello sgombero già effettuato.

Dello steso tenore la mozione con la quale si impegna il governo regionale ad attivarsi per risolvere definitivamente il fenomeno franoso ed evitare ulteriori danni alla collettività e consentire il rientro alle normali condizioni di vita dei cittadini già sgombrati.
Impegna il Governo della Regione Siciliana e per esso il Presidente della Regione Siciliana On.le Sebastiano Musumeci, l’Assessore Regionale del Territorio e dell’Ambiente On.le Salvatore Cordaro e l’Assessore Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità On.le Marco Falcone
a prevedere un monitoraggio del cinematismo del fenomeno franoso in atto per valutarne la sua evoluzione che potrebbe interessare i fabbricati ubicati a monte della corona di frana;
a realizzare tutte le opere strutturali necessarie per arginare il fenomeno franoso e per consentire il rientro nelle proprie abitazioni ai cittadini incolpevolmente sgomberati.

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO 

Ultima modifica: 2 marzo 2018