Favara – Il testo della risposta della Sindaca pentastellata ed alcune ovvie considerazioni

Ecco  il testo integrale  della nota che la Sindaca di Favara Anna Alba ha pubblicato sui social:

“Mi scuso per il ritardo, ma chi mi è vicino e conosce le dinamiche di tutto il percorso intrapreso, sa quanto sia stato particolare questo periodo”

“I giorni di silenzio da parte mia e dell’amministrazione comunale, deriva dall’inaspettata scelta, accettata ma non condivisa, del Vice Sindaco Attardo. Con grande entusiasmo e responsabilità è stato intrapreso un percorso condiviso, un impegno oneroso assunto durante la campagna elettorale nei confronti della cittadinanza intera che, con evidente convinzione, ci ha manifestato la propria fiducia.
Occorre riflettere sul particolare e complicato periodo che stiamo attraversando, sulle difficoltà e relative limitazioni implicite nell’amministrare un comune in dissesto finanziario che, in molti casi, si trova ad affrontare oggettive difficoltà pure per garantire basilari servizi al cittadino. Eravamo comunque consapevoli del gravoso impegno a cui si andava incontro, delle ovvie e, in alcuni casi, impopolari scelte da intraprendere con l’unico intento di risollevare la grave condizione economico/finanziaria in cui già versava da tempo il comune che abbiamo ereditato.

Il dissesto finanziario, in tal senso, con tutte le sue ripercussioni e complicanze risultava, purtroppo, l’unica strada percorribile. Tali difficoltà e le numerose e quotidiane emergenze da affrontare, naturalmente, provocano effetti su tutti gli elementi coinvolti, ovvero cittadinanza, amministrazione e, in primis, sulla stessa prima cittadina. Seppure in questo ultimo periodo amministrativo, riuscire a garantire l’ordinario comporta difficoltà più che straordinarie, lo sguardo al presente ma soprattutto l’impegno per il futuro, non può che essere incentrato su un modus operandi determinato, concreto, propositivo e condiviso.

Le dimissioni del Vice Sindaco, inevitabilmente, hanno provocato delle conseguenze, avviando dei naturali processi di riflessione. Consapevoli della necessità di garantire stabilità amministrativa, confortati dalla fiducia di tutto il gruppo consiliare, sempre pronto ed attento a manifestare un’analisi critica e costruttiva, siamo pronti a rilanciare con determinazione l’attività amministrativa e ad intraprendere il giusto cammino per il bene della città di Favara”.                                        

                                                       Anna Alba

Ed ecco  qualche considerazione:

Premesso che da tempo e da più parti  si chiedeva  alla Sindaca di  parlare e noi stessi da questa testata  giornalistica, nei giorni scorsi  abbiamo  parlato di “dovere di rompere il silenzio  soprattutto per chi riveste cariche pubbliche, perché democraticamente eletto”….

Premesso ancora che proprio il  Movimento 5-Stelle della trasparenza e del dialogo continuo con i cittadini ne ha fatto e ne fa opportunamente una bandiera….

Premesso ancora che la Sindaca Anna Alba, tra i suoi impegni etici presi quando ha chiesto la fiducia dei favaresi,  ha inserito quello di consultare in assemblea pubblica  i cittadini almeno ogni sei mesi….cosa che – (vorrei proprio sbagliarmi – mi pare che sino ad ora, dopo 18 mesi di amministrazione ,  non ha  messo in atto)…….

Premesso tutto questo pigliamo atto con piacere della Nota che ha affidato ai social proprio oggi.  Nota che  è quella che abbiamo integralmente riportato sopra, sulla quale vogliamo fare qualche breve considerazione, unicamente finalizzata al bene comune.

Il passo più significativo della RISPOSTA  che si è fatta attendere anche un po’ troppo…..  sembra il passaggio finale quando la sig.ra Sindaca di Favara Anna Alba  dice: “Consapevoli della necessità di garantire stabilità amministrativa, confortati dalla fiducia di tutto il gruppo consiliare“……

Un passaggio che a nostro giudizio debba ovviamente  riferirsi ad una SABILITA’ AMMINISTRATIVA  che non crei altri disastri.

Ed il riferimento sicuramente dovrebbe essere anzitutto  ad altri  disastri aggiuntivi a quelli già ereditati di tipo finanziario, con altro dissesto come alcuni esperti già ufficialmente dicono, se l’opinione pubblica  comprende bene.

In secondo luogo, ma proprio subito dopo bisogna gridare con forza…senza creare fastidi su fastidi soprattutto  a cittadini incolpevoli….con decine e decine, forse  centinaia o addirittura migliaia  di cartelle pazze,  la cosiddetta  “montagna” di accertamenti sbagliati, che, oltre tutto,  producono solo l’effetto di aggravare  la situazione finanziaria del Comune dato che a pagare  sarà ancora il COMUNE. Cioè  tutti i cittadini dovranno ancora  pagare  tutte  le spese  che comportano  gli accertamenti sbagliati e   le notifiche false.

Sulla fiducia  del Gruppo Consiliare si  deve trattare sicuramente non di una fiducia alla cieca…..Perché bisogna pur tenere  conto, con somma diligenza ed urgenza,  di quell’ “analisi critica e costruttiva” a cui certamente la Sindaca si riferisce ….cioè quella formulata dai  tre autorevoli esponenti del Movimento che hanno voluto manifestarla  pubblicamente  nei giorni scorsi.

Diego Acquisto

Ultima modifica: 17 febbraio 2018