“Abbiamo diffidato il Dirigente generale del Dipartimento Regionale dell’Ambiente affinché entro e non oltre 30 giorni si attivi per gli interventi a tutela del costone della Cattedrale. La nota di diffida è stata inviata anche al Presidente della Regione perché, in caso di ulteriore ingiustificato ritardo, nomini un commissario ad acta che provveda in sostituzione. Il Comune di Agrigento è già pronto ad adottare ogni altro provvedimento a tutela della Cattedrale e dell’incolumità pubblica. E’ finito il tempo delle attese, dei rinvii, delle riunioni, delle cautele, delle giustificazioni improprie sulle competenze. Se necessario si arrivi al commissariamento, ma si ponga fine a questo penoso teatrino delle irresponsabilità”. Lo ha dichiarato il Sindaco di Agrigento attraverso i suoi gruppi solcial.

Ultima modifica: 8 novembre 2017