Elezioni Regionali – Il nuovo Governatore della Sicilia è Nello Musumeci, il candidato di centrodestra che è riuscito a superare la corazzata grillina. Insieme a Musumeci, ci sono sei più due Deputati di Agrigento che siederanno all’Ars; sei sono stati eletti con metodo proporzionale su base provinciale, due sono quelli inseriti nel listino di Musumeci.
Gli eletti con metodo proporzionale sono Margerita La Rocca Ruvolo del partito UDC, Michele Catanzaro per il Pd, Riccardo Gallo per Forza Italia, Matteo Mangiacavallo, Giovanni Di Caro per il Movimento 5 Stelle Carmelo Pullara per gli Autonomisti. Giusy Savarino e Roberto Di Mauro entrano di diritto in quanto facevano parte del listino del neo-presidente.
Nonostante ciò, Musumeci può godere di una maggioranza risicata, infatti sono 29 i deputati della coalizione di centrodestra ai quali si sommano i 6 del listino. L’opposizione gode di ben 34 seggi e 20 di questi sono del Movimento 5 Stelle (anche a Giancarlo Cancelleri spetta il seggio in quanto è giunto secondo alla corsa per la presidenza).

Elezioni Regionali – Agrigento prettamente grillina

Anche se le elezioni regionali sono state vinte da Musumeci, il Movimento 5 stelle ha dilagato in diverse province, tra cui anche quella agrigentina. Infatti, ad Agrigento (così come ad Enna, Trapani, Ragusa e Siracusa) il più votato è stato Giancarlo Cancelleri, ma spesso il distacco da Musumeci era veramente risicato. Ben due dei sei totali Deputati agrigentini all’Ars sono grillini, ovvero Matteo Mangiacavallo e Giovanni Di Caro. Lo stesso Di Caro ha commentato così l’esito delle elezioni:
Non nascondo un po’ di amarezza per aver mancato un appuntamento cruciale per il futuro della Sicilia, che poteva diventare la prima regione italiana governata dal M5S. Il nostro principale avversario è stato l’astensionismo, ma i cittadini siciliani ci hanno affidato una grande responsabilità: siamo la prima forza politica nella regione, in provincia di Agrigento e nella mia Favara, ed è per questo che non possiamo permetterci il lusso di mollare il colpo neanche per un attimo.

 

Ultima modifica: 16 novembre 2017