Nota stampa di Marcella Carlisi su avvio differenziata



Dopo la “fuga” dell’assessore Fontana dalla Giunta di Agrigento, la Città aspetta il “the day after”: il giorno dopo il capovolgimento dei cassonetti.

I cittadini immaginano scenari apocalittici: in mezzo alle strade non spazzate (in qualche caso) da mesi fra l’erba alta e le cartacce portate dal vento, tappeti di cassonetti sui marciapiedi o addirittura sulle strade, laddove i cassonetti non esistono. Lunedì è prevista, tra l’altro,la doppia raccolta di cartone e umido, quindi doppia razione di mastelli sulle strade di Agrigento.

L’amministrazione comunale non ha trovato il tempo, in questi mesi, di stilare un regolamento dedicato alla differenziata,delle regole che impediscano interpretazioni errate. Si sono sprecate tante parole ma su carta non sono state sottoscritte regole certe. La mancanza di uno studio preciso,  la penuria di programmazione di cui ci siamo sempre lamentati si scorge perfino sui volantini consegnati coi mastelli: si è dovuto aggiungere un foglio di carta strappato con le indicazioni sulla tipologia di sacchetti da inserire nei contenitori da esporre. Sul depliant , questa amministrazione che cerca endorsement  da chi vive fuori piuttosto che dai propri Cittadini, ha preferito stampare un messaggio del sindaco piuttosto che indicare gli orari di esposizione dei mastelli o aumentare le dimensioni del carattere dove si descrive cosa conferire per ogni tipologia, rendendo difficile la lettura di queste importantissime informazioni.

Non ci sono certezze sui mastelli condominiali ma si vocifera che siano terminati i contenitori grandi. In ogni caso i condomini hanno già preso i mastelli nominali che dovrebbero,in caso di conferimentocondominiale, essere restituiti. Un’operazione possibile solo se mai stati usati, quindi da effettuare entro questa settimana.

Anche molte utenze non domestiche sono rimaste senza contenitori, eppure il servizio a loro dedicato doveva partire mesi fa.

Ultima modifica: 26 gennaio 2018