Cultura: anche Bocelli e Gervaso a sostegno di Agrigento 2020



Nuovo endorsement a sostegno della candidatura di Agrigento a Capitale italiana della cultura 2020. Arriva dal tenore Andrea Bocelli che davanti al tempio della Concordia si è esibito. “Duemilacinquecento anni di storia – scrive Bocelli al sindaco della città, Lillo Firetto – ne suffragano la richiesta: la città dei templi, tripudio e mescola d’architetture religiose e civili, snodo d’epoche e di civiltà, terra ispirata e generatrice d’ispirazione, morfologicamente votata all’accoglienza ed alla coesistenza (di persone, stili, espressioni di differenti letture del mondo), è già una preziosa capitale della cultura, oltre che della bellezza. A rivendicarlo, voci vicine e lontane, da Camilleri a Pindaro, a Goethe – conclude -. Sarebbe una festa, se l’Italia conclamasse istituzionalmente tale status cruciale, riconoscendo ad Agrigento ed ai suoi ‘splendori di primavera’ quel ruolo che gli appartiene”.
Ma anche lo scrittore, giornalista e aforista Roberto Gervaso ha inviato il proprio sostegno alla candidatura al primo cittadino. “Abbracciare con lo sguardo la Valle dei templi – scrive Gervaso – e’ come abbracciare una bella donna. Non so se esista il paradiso. Ma se esiste (e c’è chi dice che esiste) un pezzo è nella sua città, che non potrebbe essere più bella perché anche alla bellezza c’è un limite. Agrigento non è solo una meraviglia d’Italia, non è solo patrimonio dell’Umanità. E’ un caleidoscopio di luci, una cornucopia di leccornie, l’Eden degli occhi, l’elisir della cultura che qui diventa fascino e saggezza” conclude Gervaso.

Intanto il sindaco Calogero Firetto ha presentato l’evento per promuovere “Agrigento 2020”, una “Manifestazione a costo zero” ha sottolineato. 

Nel corso dell’incontro con alcune testate locali ha presentato l’evento per “cantare” la candidatura a Capitale della cultura 2020. Dalla Casa del Musical ai Nomadi, ma anche Lello Analfino, Silvio Schembri, Marco Catalano, Riccardo Gaz, Il Val D’Akragas, gruppo Gergent e Fiori del mandorlo e Tammuri Di Girgenti .

“Agrigento – ha detto Firetto – è già città della cultura come hanno detto i numerosi artisti che hanno voluto concedere il loro endorsment a titolo completamente gratuito. Così come gratuiti saranno gli spettacoli, chi ha scelto di sostenerci lo ha fatto gratuitamente. Grazie agli artisti agrigentini. In occasione dell’evento, di sabato in piazza Marconi, previste anche delle navette che partiranno da piazza Ugo La Malfa. E’ un obiettivo condiviso. Agrigento ha vinto il nostro obiettivo era quello di essere inseriti nelle migliori dieci città italiane, ci siamo riusciti. In queste settimane abbiamo fatto un lavoro certosino, il nostro obiettivo è quella di andarcela a giocare giorno 5 al Ministero”.

 

Ultima modifica: 2 febbraio 2018