Cucinare è un atto d’amore



 

Grazie infinite alla testata AgrigentoOggi e al suo Direttore per questa splendida collaborazione

Da oggi vi terrò compagnia con i miei articoli sulla cucina : curiosità, ricette, tendenze e tutto ciò che riguarda il food, nella rubrica Gusto&Dintorni

Ciao a tutti mi presento sono Gerlando Carratello agrigentino verace proveniente dal quartiere Fontanelle, passato alla bella cronaca di questi ultimi giorni, in tantissime testate giornalistiche locali e non solo, dalla carta stampata ai giornali online, tv e radio, grazie alla mia partecipazione, se pur breve, alla famosissima trasmissione Masterchef Italia 7 andata in onda su sky. Sono riuscito nell’impensabile impresa di classificarmi tra i primi 40 aspiranti chef e conquistando il più ambito grembiule al mondo, confrontandomi e battagliando con migliaia di persone di tutta Italia circa 15.000, e la soddisfazione di aver realizzato un sogno cucinando davanti agli Chef stellati del calibro di Bruno Barbieri, Antonino Canavacciuolo, Antonia Klugmann e l’imprenditore Joe Bastianich.

Sono molto orgoglioso di aver rappresentato la mia città e la mia terra grazie anche alla ricerca degli ingredienti che hanno composto il piatto che ho ideato e presentato, (nome del piatto “Tradizione cultura passione”) Un tortino di pesce spatola a beccafico con cuore di cipolla in agrodolce con panatura di mandorle su un letto di macco di fave triglia sfilettata al profumo di limone delle seppioline sale e pepe e per finire una cialda di cannolo neutro. Questa magica avventura mi ha arricchito tantissimo facendomi crescere sia come persona che dietro ai fornelli, permettendomi di farmi conoscere e soprattutto incontrare professionisti e tante belle persone con la stessa mia passione, ma il resto ve lo racconterò più dettagliato in altri articoli, adesso torniamo indietro, vi parlo un po di me del prima di Masterchef. Sono un appassionato di cucina sin dall’età di tre anni grazie alla nonna Teresa, anche se sono convinto che la cucina è anche questione di dna infatti in famiglia facciamo a gara dietro ai fornelli e spesso mi capita di sfidare simpaticamente mio padre Calogero che è un maestro amatoriale di pasticceria made in home.

Per me la cucina non è soltanto preparazione e consumazione dei cibi, non è un semplice bisogno di nutrirsi, non la considero fine a se stessa. Per me la cucina è tutt’altro: è un atto d’amore, esprimere un proprio pensiero o uno stato d’animo, comunicare qualcosa, fare arte, la cucina è vita, emozione, divertimento, conoscenza, studio, cultura, crescita, esperienza, amicizia e soprattutto condivisione. Vi sareste mai aspettati cosi tante cose meravigliose racchiuse in una passione come la cucina? Sono una persona molto riflessiva non lascio nulla al caso, analizzo, penso, e sono arrivato a una conclusione che per me la cucina è la chiave della mia vita e grazie a questa chiave aprirò le porte che mi si presenteranno davanti in futuro, ne sono convinto. Sono un sognatore e credo che i sogni siano fatti per essere realizzati, una passione può portarvi dove volete, in un luogo dove non vi sareste mai aspettati, con persone che non avreste mai pensato di conoscere.

Credete nei vostri sogni non lasciateli chiusi nei vostri cassetti altrimenti non li realizzerete mai, non c’è niente di difficile nella vita, tutto si può fare ma i primi a crederci dovete essere voi. Non sono ne un cuoco ne un tantomeno uno chef ma mi definisco un Made in home, metto soltanto tanto amore in quello che faccio scusate se è poco. Sono cresciuto grazie alle critiche anche le più taglienti perché con i bravo bravo non si cresce mai e si rimane allo stesso livello. Sto cercando di trovare un’identità nei miei piatti, voglio che la mia cucina sia semplice ma raffinata, con l’utilizzo di prodotti di qualità e di stagione , detti prodotti non devono essere troppo manipolati ne portati a cotture eccessive, cosi facendo sono fatte salve le proprietà nutritive e di gusto. Amo la cucina tradizionale ma spesso non resisto alla tentazione di rivisitare un piatto. Non amo le polveri, i dadi, insaporitori vari, il sapore ai cibi lo dò io. L’arte bianca è un altra passione nella passione.

Per arte bianca intendo la panificazione pane, pizza, tavola calda e ci tengo a dire che sono un utilizzatore di lievito madre da me creato. Sono un Food Blogger da poco più di due anni, il mio Blog si chiama “Tavula misa e pani minuzzatu” sotto forma di pagina Facebook, profilo instagram, Twitter, You Tube e presso la piattaforma Giallo Zafferano, dove pubblico ricette, pensieri foto e video inerenti al food, collaboro con alcune aziende che hanno riposto in me da sempre molta fiducia lungi dal pensare a mie future apparizioni in tv e di questo ne vado fiero e non posso che ringraziarli infinitamente. Sono molto felice di essere seguito da centinaia di fans di tutta Italia e non solo, con molti dei quali interagisco con piacere giornalmente con scambio di idee e consigli. Invito anche voi a seguirmi nei miei canali e su AgrigentoOggi per questa nuova esperienza, credetemi ne vedrete delle belle, tante novità molte idee e fantastici progetti.

Gerlando Carratello Food Blogger presso Tavula misa e pani munuzzatu

Ultima modifica: 20 gennaio 2018