Consulta sulla Tassa di Soggiorno, prima riunione: analizzerà i bisogni del comparto turistico



Prima riunione questa mattina della neo consulta del Turismo che dovrà decidere sulla destinazione dei fondi derivanti della tassa di soggiorno. Convocata dal presidente, Lillo Firetto, sono intervenuti, assieme al sindaco e all’assessore comunale al Bilancio, Giovanni Amico, i rappresentanti delle varie associazioni e federazioni di categoria nonchè i diversi titolari di strutture ricettive facenti parte della Consulta.  Presenti il presidente del Consorzio Turistico Valle dei templi, Emanuele Farruggia, l’amministratore del Distretto turistico, Gaetano Pendolino, il presidente di Federalberghi, Francesco Picarella, il presidente di AssoHotel, Paolo Pullara e quello di Abba (associazione b&b) Carmelo Cantone; Giuseppe Lo Pilato del Fai-Kolimbetra, in apertura dei lavori il sindaco ha parlato dell’importanza della scelta cui sono chiamati a decidere i componenti della Consulta per il futuro. Erano presenti altresì: Enzo Sinatra, albergatore, Enzo Camilleri del Distretto turistico, Cristian Moncada di “city of the temples”, Arianna Nicosia, Elvira Mangione, titolari di b&b, Michele Buggea titolare di camping.

Sono state lette e approvate le linee guida per l’organizzazione interna della Consulta che avrà il compito di affrontare il tema della destinazione delle risorse  (vi sono già disponibili circa 200 mila euro). Successivamente Arianna Nicosia, è stata eletta vice presidente della Consulta. La seduta è poi stata aggiornata al prossimo 7 novembre. “Il ruolo della Consulta sulla tassa di Soggiorno, si legge, sarà quello di analizzare i bisogni del comparto turistico e indicare al sindaco di Agrigento, che ne è il presidente, alcune eventuali possibilità di destinazione dei fondi introdotti con la Tassa di soggiorno”.

Ultima modifica: 30 ottobre 2017