Consiglio straordinario su Sbarchi Fantasma. Nuccia Palermo: Politici troppo distratti mentre la città inizia ad avere paura.

 

“Si convochi subito un Consiglio Straordinario Aperto su migranti fantasma e sicurezza in città al fine di ridare la giusta serenità ai nostri cittadini.”
E’ stata protocollata questa mattina la richiesta di Consiglio Straordinario a firma del Consigliere Indipendente Nuccia Palermo che sottolinea e bacchetta una politica assente e troppo permissiva che allo stato attuale sembra essere stata incapace di gestire un fenomeno che oggi appare preoccupante.
Sentire parlare in campagna elettorale di paese sicuro mi preoccupa notevolmente –sostiene Nuccia Palermo – poiché dimostra che durante le arringhe elettorali ed i proclami anche la realtà gode di interpretazioni soggettive. Ovviamente creare allarmismo è la cose più stupida da fare ma sollevare la problematica ed accendere i riflettori sul problema diventa oggi di vitale importanza per rientrare in un clima di serenità”.
“Il nostro è sempre stato un territorio ospitale – insiste ancora il consigliere indipendente – e non possiamo permettere che la poca capacità di fronteggiare un problema così importante ed invasivo di quella sfera intima qual è la percezione di insicurezza e di paura in cui oggi vivono i nostri concittadini possa mutare la nostra innata indole all’accoglienza”.
“Sull’immigrazione, ormai è palese, è sorto il business rischiando di calpestare tutto: dai diritti dell’accolto a quelli di chi accoglie. Oggi la responsabilità maggiore è di quasi tutte le forze politiche e l’appello va proprio a loro. Si presentino in consiglio e relazionino sulle responsabilità e sulle misure correttive da porre in essere ricordando che l’assise comunale è l’istituzione politica con la quale il cittadino si rapporta e si confronta”.
Un plauso va fatto alle forze dell’ordine che fino ad oggi tra mille sforzi controllano un territorio sempre più esposto a rischi – conclude Nuccia Palermo –ma oggi necessitano di un aiuto in più dato dalla politica forse sempre troppo impegnata alle strategie e ai conteggi elettorali. Invitiamo, dunque, il Presidente del Consiglio, Daniela Catalano e la Conferenza Capigruppo ad un’immediata convocazione di un Consiglio Straordinario aperto”.

Ultima modifica: 24 ottobre 2017