“Ci staiu mittennu sulu di sacchetta”, lo sfogo del pentito Quaranta



Il pentito favarese Giuseppe Quaranta, che sta collaborando con la giustizia dopo il suo arresto a seguito del blitz “Montagna”, sarebbe stato fermato prima dell’operazione antimafia dagli agenti della Polizia Ferroviaria di Agrigento che lo denunciarono.

Lo riporta il quotidiano La Sicilia che scrive di come Quaranta sarebbe finito nei guai perché avrebbe sottratto del gasolo dal mezzo della ditta di nettezza urbana per cui lavorava e lo avrebbe fatto nei pressi di una zona periferica di Aragona dove fu sorpreso dagli agenti della Polfer agrignetina in servizio di perlustrazione.

Inoltre, secondo quanto scrive il quotidiano catanese emergerebbe un Quaranta in difficoltà economiche tanto che a domanda del pm, durante le sue dichiarazioni da neo pentito avrebbe risposto: “Ci stai mittennu sulu di sacchetta”.

 

Ultima modifica: 1 marzo 2018