Chiusura Università di Agrigento, nota stampa di Giuseppe Di Rosa


giuseppe di rosa

Comunicato :Mentre chiude l’università, l’ufficio stampa del sindaco emana un comunicato che “anche ad Agrigento si cambiano le lampadine del muro in tufo del Viale della Vittoria”

Lo scrive in una nota qui pubblicata integralmente l’ex consigliere comunale Giuseppe Di Rosa

Ebbene è notizia di stamani (ripresa da tutti i quotidiani regionali) che ad Agrigento chiude pure l’ultimo corso di laurea rimasto e il rettore dell’università di Palermo Fabrizio MICARI dichiara rincarando la dose al GDS

Ancora una batosta per l’università di Agrigento. Dopo architettura e giurisprudenza è agli sgoccioli anche la facoltà di Beni culturali. Nella città dove gli scavi per l’antico teatro continuano a dare risultati positivi, è pronta a chiudere una delle facoltà simbolo di Agrigento. Secondo quanto riferisce l’edizione odierna del Giornale di Sicilia, la drastica decisione nasce da una querelle tra Agrigento e Palermo. Sul “tavolo” la decisione di spostare il corso di Archeologia nel capoluogo, dall’altro le innumerevoli difficoltà di gestire un corso di laurea con pochissime risorse economiche.

Fra indennizzi mancati e istanze di risarcimento, ecco il futuro del polo universitario

“Abbiamo preso a malincuore una decisione sofferta – spiega il rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari -. Invitiamo gli assessorati all’Economia e alla Formazione a dare risposte certe sul futuro e sulle risorse da investire sul polo decentrato di Agrigento. Come Università abbiamo sempre creduto nei poli decentrati: a Trapani abbiamo investito nell’ultimo biennio inaugurando nuovi corsi di laurea disegnati sul territorio. Ad Agrigento abbiamo investito lavorando proprio sulle peculiarità della città agrigentina. Purtroppo dal prossimo anno accademico ci troviamo costretti a chiudere un corso di laurea”.

Ultima modifica: 8 marzo 2018