“Il  “cerchio magico”dell’ex numero uno di Confindustria Sicilia



“Il  “cerchio magico”dell’ex numero uno di Confindustria Sicilia, Antonello Montante. Secondo i pubblici ministeri della Dda nissena, ne facevano parte l’ex assessore Linda Vancheri e Mariella Lo Bello – che si sono alternate alla guida delle Attività produttive della Regione dal 2012 al 2017 – e la commissaria dell’Irsap, Maria Grazia Brandara, tutte raggiunte da avvisi di garanzia l’altro ieri per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, insieme all’ex Governatore Rosario Crocetta e ad alcuni imprenditori. Contro Venturi (altro ex assessore regionale alle Attività produttive con il precedente Governo Lombardo) e Cicero, scrive La Sicilia, sono anche state presentate denunce all’autorità giudiziaria ed è stato costretto il dirigente Alessandro Ferrara – anche lui finito sotto inchiesta – a redigere atti contro gli ex “fedelissimi” di Montante. Un lavoro, quello di screditare Cicero e Venturi, pianificato, come accertato dalle indagini della Squadra Mobile diretta da Marzia Giustolisi, che aveva piazzato microspie non solo sulle auto, ma anche in tantissimi uffici della Regione. Accuse, sempre secondo quello che riporta il quotidiano di Catania, naturalmente, ancora tutte da provare, ma è Mariella Lo Bello di “scandagliare” l’attività svolta all’Irsap da Alfonso Cicero. Dopo che emerse che la stanza dell’Irsap era stata svuotata, Lo Bello e Brandara riferivano di aver trovato un notes con appunti scritti a mano da Cicero che Montante disse di consegnare alla Vancheri per controllarlo, anche se era scettico che potesse contenere informazioni utili contro l’ex commissario dell’Irsap. Montante – dopo che era stata decisa (per i pm grazie ai suoi buoni uffici con Crocetta) la nomina della Brandara a commissario ad acta dell’Irsap al posto di Cicero – invitava la stessa

Ultima modifica: 19 maggio 2018