Canicattì calcio, Resta anche Tedesco, Cipolla al Mazara



CANICATTI’. Inizia a prendere corpo la rosa dei calciatori che vestiranno la maglia biancorossa nel campionato di Eccellenza 2018/2019. Il 23 luglio si parte col raduno ma già la squadra è quasi al completo, grazie alla preziosa opera del Direttore sportivo Alessandro Avarello che sta facendo da “collettore” tra le esigenze manifestate dal nuovo mister Nicola Terranova, esperto trainer ex Gela e la società del presidente – manager Angelo Licata che ha approntato un budget con il chiaro intento di fare un campionato di vertice.

Ma andiamo per ordine. L’ultimo arrivo in casa Canicattì, in ordine cronologico è quello di Agostino De Luca. Classe ’90, nato a Palermo, De Luca è un attaccante di “razza” e negli ultimi anni i suoi numeri lo indicano come uno dei più prolifici, andando sempre in doppia cifra. Nelle ultime due stagioni, ha fatto le fortune del Dattilo, in Eccellenza. De Luca si aggiunge agli acquisti già ufficializzati: Antonio Comegna, classe ’92, nato a Castellammare di Stabia, centrocampista dai “piedi buoni”, un vero play, ex di Scafatese, Mazara e Folgore, nell’ultima stagione, ha militato con il Valdano (Eccellenza Campana);  dell’attaccante Benny Iraci, che nell’ultima stagione è stato protagonista nel Dattilo, in Eccellenza, del portiere Pietro Iacono, di Angelo D’Angelo, Giuseppe Polito, Angelo Caronia e Agostino De Luca. D’Angelo, nato a Termini Imerese, classe ’87, ha nel suo “curriculum” squadre di prim’ordine, come Siracusa, Reggina, Gioiese e Castrovillari.

Nell’ultima stagione sportiva, ha vestito la maglia dello Scordia, nel girone B di Eccellenza. Angelo Caronia, proveniente dal Cus Palermo, squadra nella quale è stato protagonista, nelle ultime 2 stagioni. Classe ’93, ha nella rapidità di gioco e nella tecnica, le sue principali doti. Il Canicattì lo conosce bene, per averlo affrontato ed apprezzato, da avversario, lo scorso anno. Le riconferme  invece di Ciccio Maggio, Totò Treppiedi, Giuseppe Bognanni, Giuseppe Prestia e del giovane Vittorio Caronia. Tra i giovani dovrebbe restare anche Luca Attardo. Su di lui però hanno puntato gli occhi numerosi club di categoria superiore, dunque la società potrebbe lasciarlo libero di andare per farlo crescere professionalmente senza precludergli un futuro da vero campione. “Se non ci saranno proposte serie – ha detto il vice presidente Faustino Giacchetto – Luca Attardo resterà con noi”. L’allenatore Nicola Terranova è stato già a Canicattì assieme al suo preparatore atletico, il professore Gianluca Amato, agrigentino di Palma di Montechiaro. “La società ha grandi ambizioni e progetti importanti, quindi non c’è voluto molto a convincermi – dice il mister”. Non  ci sarà Alfonso Cipolla che ha preferito accordarsi col Mazara mentre Giuseppe Tedesco sarà ancora tra i giocatori del team biancorosso.  La squadra giocherà le gare interne a Ravanusa, al “Saraceno”, impianto dotato di manto in erba sintetica ed abbandonerà il Carlotta Bordonaro.

Ultima modifica: 10 luglio 2018



Partecipa alla conversazione