Caffè Letterario – Edizione PRIMAVERILE 2017 –



Si è conclusa l’Edizione PRIMAverile 2017 del Caffè Letterario, rivolta prevalentemente ai giovani studenti provenienti dai Licei “Leonardo”, “Empedocle”, “Majorana” e “R. Politi” che si è tenuta presso il Centro Balneare della Polizia di Stato a San Leone per ospitare 

Sabato scorso i giovani scrittori Rosaria Cascio e Salvo Ognibene hanno presentato il saggio “il primo martire di mafia” l’eredità di Padre Pino Puglisi davanti ad una attenta platea composta in maggioranza da una delegazione di studenti provenienti dal Liceo “R. Politi” di Agrigento i quali hanno interagito con l’autore, formulando molte domande sull’attività di Padre Puglisi, assassinato in un agguato mafioso.
Il saggio si è posto principalmente una domanda sull’eredità spirituale lasciata da Padre Puglisi che come si ricorderà fu assassinato dalla mafia a Palermo il 15 settembre 1993 per il suo impegno evangelico e sociale, e che ricalca molto la pastorale portata avanti da Papa Francesco.
L’iniziativa della Questura è stato promossa in collaborazione con l’Associazione “Emanuela Loi”, associazione culturale intitolata alla poliziotta uccisa nella strage di Via D’Amelio a Palermo ove perse la vita il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta.
Nel corso dell’ultimo incontro, il Questore di Agrigento dott. Mario Finocchiaro ha sottolineato che la legalità si coltiva costruendo una società attiva, accogliente ed eterogenea, formata da persone che sappiano apprezzare il rispetto dei diritti ed il senso del dovere.
L’appuntamento è per l’edizione estiva del caffè letterario.

Ultima modifica: 24 aprile 2017