L’Asp è stata condannata al risarcimento danni per complessivi 865 mila euro che andranno alla famiglia di un bambino che avrebbe subito gravi ed irreversibili danni cerebrali a causa della condotta definita negligente, poco prudente dei medici durante il parto nel 2005. E’ accaduto a Canicattì, all’ospedale “Barone Lombardo.

Il tribunale civile di Agrigento ha condannato l’Asp anche ad un vitalizio di 677 euro per il giovane, ora dodicenne. È molto probabile che l’Azienda sanitaria provinciale ricorrerà in Appello. A riportare la notizia, il quotidiano La Sicilia.

 

Ultima modifica: 9 novembre 2017