Appalti truccati per favorire Cosa Nostra: ascoltati i collaboratori Di Gati e Sardino



Sono apparsi in video conferenza davanti al primo collegio del Tribunale di Agrigento – presieduto da LuisaTurco, i collaboratori di giustizia Maurizio Di Gati,  a capo della mafia agrigentina fino al 2004, e Giuseppe Sardino, ex consigliere comunale di Naro arrestato nell’ambito dell’operazione “Mercurio”, ritenuto “fedelissimo” di Giuseppe Falsone. I due hanno reso dichiarazioni in merito al processo che si sta tenendo a carico di Vincenzo Manzone, (difeso dagli avvocati Nino Gaziano e Salvatore Manganello) ex dirigente dell’ufficio tecnico di Castrofilippo, accusato di turbativa d’asta con l’aggravante di aver favorito Cosa Nostra.

Il processo riprenderà il prossimo 9 aprile per proseguire con l’interrogatorio di Sardino.

 

 

Ultima modifica: 13 febbraio 2018