Akragas Licata per un 2011 migliore -EDITORIALE-

Siamo agli sgoccioli del 2010, un anno molto travagliato per tutti, un anno che molti preferiranno dimenticare al più presto, un anno duro che in tutti i settori ha visto dominare la cosiddetta “crisi”. Dal punto di vista sportivo sono avvenuti dei fatti a dir poco eclatanti, su tutte la radiazione del Licata, che dopo il professionismo ha toccato molto probabilmente il punto più basso della sua quasi ottantenaria storia calcistica. A ruota seguono l’esclusione dai ranghi federali dell’Usd Favara, una diatriba tra società favarese e LND che si è conclusa pochi giorni fa tra i banchi dei tribunali di Roma e che ha visto la sentenza definitiva della non regolare iscrizione al campionato di Eccellenza della squadra di Favara.

E’ stato un anno più che tribolato in casa Akragas, con una formazione stellare costruita dal patron Sferrazza lo scorso anno che, probabilmente più per motivi extracalcistici che altro, si è via via ridimensionata arrivando ai playoff, per poi proseguire con un’estate travagliata con il rischio non iscrizione dietro l’angolo fino all’ultima crisi Akragas-Amministrazione comunale. Crisi anche per la Gattopardo che dopo la bella stagione dell’anno scorso, per motivi economici ha ridimensionato, di molto, i propri ranghi, affidando una difficile salvezza a un manipolo di ragazzi la cui età media è sui 18 anni. In casa Ribera, se dal punto di vista sportivo le cose si possono dire siano andate bene, di certo l’improvvisa scomparsa dell’ex Ds Daniele Giannone ha sconvolto l’intera comunità crispina. Tutto invece sembra andare per il verso giusto a Cammarata, una stagione 2009/10 da incorniciare e sebbene negli ultimi tempi i risultati non siano dalla parte di Panepinto e compagni, la società della montagna non sembra aver nessuna intenzione di mollare, anzi, il tenace Renato Maggio è sicuro dei playoff e conoscendo la tempra del mister c’è da non meravigliarsi.

Adesso arriverà il 2011, un anno che speriamo sia foriero di soddisfazioni per tutti, nessuno escluso. Noi della redazione sportiva di agrigentooggi.it vorremmo portare avanti un’idea, che serva da traino magari per un buon anno che verrà. La città di Agrigento e la sua provincia, ormai da tempo, risulta agli ultimi posti nelle varie graduatorie stilate da importanti quotidiani nazionali e agenzie di rilevazioni statistiche, dobbiamo essere ultimi anche in cultura sportiva? Veniamo al dunque, domenica 16 gennaio si giocherà il derbyssimo della provincia tra Akragas e Licata, un match che negli ultimi anni è stato considerato “ad alto rischio” dall’Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive, un match che ha perso il suo fascino in quanto o che si giochi ad Agrigento o nella cittadina marinara, l’accesso al pubblico ospite è sempre negato per evitare incidenti tra le opposte tifoserie.

Ma non è possibile dare una seconda opportunità? Non sono maturi i tempi per poter ridare gloria a questo incontro che ha riempito negli ultimi anni l’Esseneto e il Dino Liotta come non mai? Perchè darla vinta magari a semplici minoranze e “condannare” a ruota MIGLIAIA di tifosi che vogliono assistere a un incontro unico nel suo genere? Perchè le istituzioni o le dirigenze di entrambe le squadre non salvaguardano l’onore e la dignità dei propri tantissimi tifosi, nonchè persone perbene?

Sindaci, presidenti delle squadre, ci riferiamo a voi, perchè non fate nulla per evitare che i tifosi akragantini e licatesi vengano additati come violenti e quindi incapaci di poter assistere ad un MATCH DI CALCIO (è bene sottolinearlo) senza creare disordini? Perchè invece di far diventare il derby una partita come le altre, non lo fate ritornare quella magnifica giornata di sport capace di portare sugli spalti anche i tifosi più scettici? Quella gara che ogni buon tifoso di Licata e Akragas segna sul calendario e aspetta con trepidazione?

In questi anni, da quando la Partita è stata vietata prima all’una e poi all’altra tifoserie, in base alla sede di gioco, nessuno ha fatto un passo del genere, nessuno ha salvaguardato l’onorabilità e il buon nome di tanti sportivi. E’ ora che si faccia qualcosa. Non pensiamo che il prefetto o il questore della città di Agrigento non siano propensi ad ascoltare la vostra voce in capitolo, bisogna fare qualcosa per riportare la gente negli stadi, sempre più vuoti. Solo voi potete. E, ovviamente, i tifosi dovranno comportarsi da tifosi, incitare e sostenere i propri colori, sfottò verbali, ma niente violenza, sarebbe un vero e proprio suicidio.

(Andrea Cammilleri – La redazione sportiva)

NELLA FOTO AKRGAS LICATA DEL 1982

Infomazioni autore

ha scritto 12419 commenti su questo blog.

57 Commenti on “Akragas Licata per un 2011 migliore -EDITORIALE-”

  • Licatese wrote on 31 dicembre, 2010, 14:58

    bravo andrea

    con una buon servizo d’ordine e con la coscienza di passare un derby a porte aperte, mi sembra auspicabile che gli opposti sindaci e presidenti delle 2 societa’ si incontrano davanti al prefetto.

    VITTORIA-RAGUSA DOCET!!!
    per non parlare di palermo-catania. in licata-akragas non c’è mai scappato il morto grazie a dio per cui che senso ha chiudere i settori ospiti??vietare i biglietti ai non residenti???

    vi sono politic corrotti e collusi che siedano nei parlamenti e nessuno gli vieta nulla, per una domenica di passione in questo grigiore e squallido dilettantismo siculo, ci vietano pure la volgia di divertirci e limitarci ai semplici sfotto’.

    cari sindaci e presidenti datevi una mossa mancano solo 20 giorni!!!!

  • Roby 65 wrote on 31 dicembre, 2010, 17:53

    Sono favorevole al derby a porte aperte, ma non mi sembra giusto farlo solo al ritorno, visto che l’andata si è giocata a porte chiuse!Forza Akragas

  • Licatese wrote on 31 dicembre, 2010, 18:29

    la tua societa’ ne gioverebbe notevolmente per il numemoroso esodo gialloblu’ all’esseneto.

    o ora o mai piu’!

  • CICCIO NOBILE wrote on 31 dicembre, 2010, 19:09

    IO SONO ‘ACCORDO AL APERTURA AI CUGINI LICATESI NON IMPORTA SE AL ANDATA NON SIAMO ANDATI A LICATA E POI CHE I DUE SINDACI E PRESIDENTI ENTRANO ALLO STADIO INSIEME E CHE VINCA IL MIGLIORE DAL TRONTE E SOLO UN GIOCO OGNUNO FA I SUI CORI MA AL FISCHIO FINALE DEVE ESSERCI UN GRANDE APPLAUSO DA TUTTO LO STADIO QUESTO E VERO SPORT E POI RICORDIAMOCI CHE SIAMO DUE SOCIETA CHE ANNO FATTO CALCIO AD ALTI LIVELLI E X QUESTO SIAMO MATURI SE POI QUALCHUNO SBAGLIA DA UNA PARTE AD ALTRA SI ISOLANO E FACCIAMO VINCERE LO SPORT AUGURO UN FELICE ANNO NUOVO A TUTTE LE SOCIETA DELLA PROVINCIA E TUTTO LO STAFF DI AGRIGENTO OGGI E W LO SPORT

  • Beddra Matrix. wrote on 31 dicembre, 2010, 20:26

    Si, ma perchè il campionato non venga falsato è giusto che questi propositi siano rimandati alla prossima occasione. Il Licata, a prescindere della presenza all’Esseneto dei suoi tifosi, vincerà lo stesso il campionato. Caro Andrea Montalbanomi mi dispiace per te ma la partita del 16 Gennaio non te la vedi, come io non me la sono vista all’andata. Ah vero, tu sei un “giornalista” e te la vedi lo stesso.
    VIA DA QUESTO SCHIFO DI CATEGORIE!! GIGANTE TORNA GRANDE

  • andrea cammilleri wrote on 31 dicembre, 2010, 23:31

    Campionato falsato?

    Per la presenza di tifosi avversari? Mai sentito…

    cmq hai sbagliato una cosa:

    io NON sono giornalista e me la vedo lo stesso.

    Complimenti al sig. Ciccio Nobile che ha capito perfettamente il discorso, già siamo ultimi in tutto, non vogliamo anche esserlo nello sport.

    Auguri a tutti

  • kimberly wrote on 1 gennaio, 2011, 12:45

    SAI AMICO MIO BEDRA MADRI IN CAMPO CI VANNO I GIOCATORI E POI IL DERBY E FUORI DA OGNI LOGICA SE VENGONO I TIFOSI LICATESE SARANNO ACCETTATI IL CAMPIONATO VIENE FALSATO QUANDO SUCCEDONO COSE COME L’ANNO SCORSO X QUELLO A COMBINATO LA LEGA FACENDO DELLE PORCATE INCREDIBILE FINIAMOLA DA NOI NON E SUCCESSO NIENTE IL MORTO PURTROPPO E SUCCESSO A CATANIA NON AD AGRIGENTO SE POI NE DOBBIAMO PAGARE NOI NON E GIUSTO E SE POI TUTTI NOI ISOLIAMO I TEPISTI CHE VENGONO AL CAMPO SOLO X ATTACCARE BRICHE TUTTO FILERA LISCIO MA SI DEVE AVERE IL CORAGGIO DI ISOLARE CHI VUOLE DISTRUGGERE TUTTO QUELLO CHE DI BELLO IL DERBY CI PUO DARE IO NON VEDO L’ORA CHE ARRIVA QUESTA PARTITA ANCHE X CHE SARO IN PANCHINA A DIRIGERE LA PARTITA VISTO CHE SANTINO NUCCIO E SQUALIFICATO VIVIAMO UNA GRANDE GIORNATA DI SPORT TI ASPETTO ANDREA

  • Beddra Matrix. wrote on 1 gennaio, 2011, 12:46

    Montalbà, hai mai giocato a pallone? Se per te e la stessa cosa giocare con tutti contro (vedi andata). In sintesi, ho detto che è GIUSTO che le porte siano riaperte alla prossima occasione. Il 2011 è l’anno vostro, speriamo in futuro di ritovarci in categorie più adeguate.
    CMQ SEMPRE E SOLO AKRAGAS

  • Licatese wrote on 1 gennaio, 2011, 12:50

    beddra matrix rappresenta l’icona dell’agrigentino invidioso. no dico ma cosa ce’entrano i flussi dei tifosi ospiti con il campionato falsato???

    fin quando vigera’ questa mentalita’ amorfa,chiusa e frustrata mi sa che non si andra’ da nessuna parte,ne con il calcio,ne nella vita sociale di questa provincia,ultima in italia perche’ impera questa mentalita’ bigotta e provincialotta.

    p.s. spero che tutti seguano le orme del sig. nobile

  • CICCIO NOBILE wrote on 1 gennaio, 2011, 12:52

    KIMBERLY E MIA NIPOTE IL PEZZO LO SCRITTO IO CICCIO NOBILE BUON ANNO A TUTTI

  • Direttore wrote on 1 gennaio, 2011, 14:29

    Caro Beddra Matrix qui l’unica che al momento pare in procinto di salire di categoria (in manierea concreta e netta ) è la nostra rivale Licata. Noi pensiamo a campare e se posso consigliarti anche a fare campare. Per cui pietra sul passato e ben venga un derby all’Essento con gli aquilotti gialloblu. Buon Anno a tutti, anche a loro.

  • CICCIO NOBILE wrote on 1 gennaio, 2011, 18:41

    CARO DIRETTORE IO FARO DI TUTTO X CHE QUESTA PARTITA SI POSSA GIOCARE CON I CUGINI LICATESI VOGLIO RICORDARE CHE AL ANDATA LA SOCIETA LICATESE E STATA INCOMIABILE E SU QUESTO NON CERANO DUBBI CONOSCENDO LE PERSONE E NOI LI ACCOGLIEREMO CON DOLCI E STRETTE DI MANO POI DURANTE LA PARTITA OGNUNO FARA IL TIFO X LA SUA SQUADRA MA QUALUNQUE SARA IL RISULTATO ALLA FINE CI STRINGEREMO LA MANO CARO DIRETTORE CONTINUA A FARE QUESTA BATTAGLIA FAI IL MODO CHE I DUE SINDACI I PRESIDENTI I CAPITANI E LE DUE TIFOSERIE SI POSSANO INCONTRARE SAREBBE BELLISSIMO FORZA DIRETTORE UNIAMOCI TUTTI POI OGNUNO FARA I SUOI CORI E IL TIFO X LA SQUADRA DEL CUORE

  • Roby 65 wrote on 1 gennaio, 2011, 19:40

    Avrei voluto vedere l’opinione dei licatesi a parti invertite!No, ribadisco non sarebbe giusto solo dal ritorno, è giusto che i licatesi rimangano a casa come è successo a noi quest’anno all’andata e l’anno scorso al ritorno col Campobello (anche se all’andata si era giocato a porte aperte!).Forza Akragas

  • Tex .70 wrote on 1 gennaio, 2011, 20:39

    Anch’io sono favorevole all’ingresso dei tifosi gialloblù al Tempio Esseneto!
    Il discorso di “bedda matrix” da un punto di vista solo calcistico ah una sua logica, un conto è giocare cn i propri tifosi ed un altro è giocare senza tifoseria al seguito.
    Ma come abbiamo battuto i cammaratesi lo stesso è possibile con i licatesi ed in più ci sarà più gusto batterli davanti ai loro tifosi e senza tralasciare che il cassiere biancazzurro sarà felice di ospitarli.
    Per cui valutato tutto ritengo molto giusto giocare all’Esseneto con entrambe le tifoserie.
    Spero che ci concedano questo piacere e mi auguro che i due Sindaci, i Presidenti delle due squadre ed una delegazione di tifosi uniti chiedano che ciò avvenga assicurando che tutto procederà secondo le regole del buon vivere civile come credo ormai sia nella mentalità di Akragantini e Licatesi.
    Forza Akragas

  • Tifo Akragas wrote on 1 gennaio, 2011, 20:52

    Battere i gialloblù davanti ai loro tifosi darà maggiore soddisfazione.
    Poi in un momento di crisi economica sarà una boccata d’ossigeno per le casse Akragantine.
    Mi auguro di cuore che il derby si giochi con ambedue le tifoserie.
    IN MARCIA GIGANTE!

  • aquila wrote on 1 gennaio, 2011, 21:58

    giurgintano per me non e derby snz settore ospiti occupato magari venivate

  • Vincenzo wrote on 2 gennaio, 2011, 8:35

    Prima ospitiamo i cugini licatesi e poi gli facciamo alcuni golletti.
    Poi a fine partita gli offriamo il caffé.
    Magica Akragas

  • Licatese wrote on 2 gennaio, 2011, 10:58

    i licatesi a partite invertite non facevano obiezzione.

    no dico ma si puo’ contestare l’accesso di una tifoseria ospite??? a licata non vengono piu’ tifoserie ospiti da 2 anni. con questi divieti e con le pochissime tifoserie di queste squallide categorie quale migliore occasione per vedere qualcosa di diverso,rispetto alla desolazione dei settori vuoti.

    dico o ora o mai piu’

  • Gianluchino l'Akragantino wrote on 2 gennaio, 2011, 13:20

    Sono d’accordo con Licatese.
    Sarà l’occasione buona per riaprire alla tifoseria ospite. I tempi sono ormai maturi. La lezione è servita.
    Tuttavia credo che in un momento in cui gli Agrigentini ed i Licatesi sono vessati da tasse e balzelli di ogni tipo senza beneficiare dei minimi servizi ci sarà l’ulteriore punizione anche calcistica con il divieto delle trsferte. Dobbiamo convincerci che siamo e saremo sempre italiani di serie c neanche di serie b. Noi abbiamo solo doveri e obblighi e niente diritti. Per cui scordiamoci di vedere la partita con la tifoseria licatese.
    Si tratta di un’amara riflessione ma credo reale anche se spero di essere smentito dai fatti futuri.
    Avanti Giganti

  • Roby 65 wrote on 2 gennaio, 2011, 17:14

    E ancora perchè destinare ai licatesi l’intera gradinata, quando loro ce ne darebbero un esiguo spicchio al Liotta? No, confermo e ribadisco il mio pensiero, le altre opinioni non mi convincono!!

  • alicata wrote on 2 gennaio, 2011, 19:08

    roby 65 forse perchè a differenza vostra a licata la gradinata è un settore sfruttato dal pubblico di casa e vi viene riservato il settore ospiti? che ci entrano 500 persone vi sfido a riempirlo tutto, manco nel 2006 che eravate 120…

    campi di invidia

  • CICCIO NOBILE wrote on 2 gennaio, 2011, 20:45

    NON LO DECIDE LA SOCIETA MA CHI DI COMPETENZA QUALE SETTORE DARE MA NOI ABBIAMO LA CURVA SUD E LA TRIBUNA AMICO MIO ROBY IO SONO CONVINTO CHE I TEMPI SIANO MATURI X APRIRE LE PORTE ALLA TIFOSERIA LICATESE RICORDIAMOCI CHE STIAMO DI SPORT E NON DI ALTRO

  • Roby 65 wrote on 2 gennaio, 2011, 21:34

    ma che 500,nel 2006 il settore ospiti era strapieno, non ne entrano più di 200/250!!

  • Licatese wrote on 3 gennaio, 2011, 0:20

    roby 65 fai discorsi senza senso,ti arrampichi sugli specchi ma cadi come sempre.

    al dino liotta c’è un settore ospiti di 500 posti delimitato da recinzione,oltre la barriera effettuata dalle forze dell’ordine.

    ma che discorsi fai???

    mha…mentalita’ bigotta e provinciale…quoto alicata e faccio un plauso a nobile e che ragiona come lui.

  • Roby 65 wrote on 3 gennaio, 2011, 2:01

    Non mi arrampico sugli specchi..esprimo i tanti argomenti che mi fanno apparire ingiusta un’eventuale decisione di rigiocare a porte aperte il derby solo dalla gara di ritorno.Non avrebbe senso!!

  • Peppe Giurgintano wrote on 3 gennaio, 2011, 11:05

    Caro Roby il fatto che i tifosi Akragantini abbiamo dovuto subire il divieto di assistere alla partita dell’andata disputata al Dino Liotta non giustifica che anche i Cugini Licatesi debbano subire.
    D’altronde rifletti bene sarebbe bello anche per noi assistere ad una coreografia degna della partita senza dimenticare che sarebbe una buona occasione per rinpinguare le casse dell’Akragas.
    Certo dal punto di vista sportivo ha ragione il simpatico “Beddra Matrix” sarebbe moloto più semplice battere il Licata senza i suoi tifosi al seguito.
    Ma questo è un altro discorso.
    Siamo tifosi ma anche sportivi.
    Per il resto i Giganti devono pensare in questo momento alla partita contro l’Orlandina che si presenta più difficile di quella contro il Licata dato che giocheremo in trasferta.
    Poi l’Orlandina è la squadra che gioca il calcio più piacevole ed è la squadra che mi ha più impressionato nel corso del giorne di andata.
    Per cui occhio all’Orlandina.
    Forza magica Akragas

  • Beddra Matrix. wrote on 3 gennaio, 2011, 15:18

    L’anno scorso il Campobello si portò via un pareggio dall’Esseneto.. Al ritorno c’era il Nuovo Licata e tutti a casa. Vabbè, ho capito, a l’Akragas l’incasso (così risolviamo i problemi ah, ah, ah ) e i tre punti al Licata.
    Ci meritiamo l’eccellenza!
    PS me la dovevo vedere tutta a parti invertite se ci giocavano il campionato, ma a quest’Akragas interessa l’incasso perchè è da 15 anni che lotta per l’incasso..
    DOVE SONO GLI IMPRENDIOTORI? A QUANDO LA FINE DI QUESTE MORTIFICAZIONI?
    Sono questi caro direttore i veri problemi dell’Akragas. Oltre a riportare i tifosi avversari all’Esseneto pensiamo a riportarci i tifosi dell’Akragas che vi assicuro non sono solo giurgintani.

  • Redazione wrote on 3 gennaio, 2011, 16:05

    Hai Beddra Matrix, ragione ed infatti anche queste problematiche abbiamo sempre messo in evidenza.

  • Pino wrote on 3 gennaio, 2011, 16:43

    Mi dispiace ma Beddra Matrix ha posto un commento fuori luogo e spiego di seguito il motivo.
    La società Akragas non ha ancora ufficialmente dichiarato nulla in merito.
    Per cui non sappiamo se preferisce l’incasso o giocare contro il Licata senza la sua tifoseria.
    Inoltre è stato detto ripetutamente che la società Akragantina è sana avendo pagato tutti i rimborsi spesa ed avendo assicurato a tutti i calciatori che rispetterà gli accordi sino alla fine del campionato.
    Perciò mi pare inutile fare commenti se non si conosce l’orientamento della società Akragas.
    Ognuno di noi può avere le sue idee e scrivere i suoi commenti ma ciò non vuol dire che siano le idee dell’Akragas Calcio.
    Evitiamo polemiche anche quando non c’è motivo.
    Lo stadio si riempirà con o senza la tifoseria licatese specialmente se si riuscirà a fare risultato positivo contro l’Orlandina prossimo avversario dell’Akragas.
    Per il momento è opportuno pensare solo a questa partita.
    Biancazzurro per sempre!

  • Lillo wrote on 3 gennaio, 2011, 20:07

    Mi pare non sia proprio il caso di creare una nuova polemica dopo che finalmente da meno di un mese in casa Akragas l’atmosfera è molto serena.
    A noi interessa intanto battere l’Orlandina poi se si deciderà di giocare il derby con la presenza dei tifosi licatesi meglio.
    Gigante a vita!

  • CICCIO NOBILE wrote on 3 gennaio, 2011, 22:59

    QUARDA CHE QUESTA SOCIETA E STATA CHIARA E FINO AD OGGI E STATA PUNTUALE IN TUTTO NON VEDO IL TUO ARTICOLO SUL INCASSO FACCIAMO RISULTATO A CAPO D’ORLANDO E POI DECIDE CHI A IL DOVERE E RESPONSABILITA NOI POSSIAMO DARE LA NOSTRA DISPONIBILITA E BASTA TI VOGLIO RICORDARE CHE STIAMO PARLANDO DI UN CAMPIONATO DI ECCELENZA FINIAMOLA CON QUESTA POLEMICA E TIFIAMO FORZA AKRAGAS

  • Francesco wrote on 4 gennaio, 2011, 11:09

    Ultima notizia: è stato revocato il provvedimento in base al quale il derby Lecce- Bari si doveva giocare a porte chiuse.
    Dunque da un chiusura totale si è passati ad un’apertura per entrambe le tifoserie.
    Non vedo, dunque, perchè si dovrebbe giocare Akragas – Licata senza i licatesi.
    Non si possono fare due pesi due misure.
    Se è possibile giocare a porte aperte partite come Palermo – Catania, Genoa – Milan, Fiorentina – Juventus, Lecce- Bari, che muovono diverse migliaia di tifosi non c’è motivo per vietare la trasferta ai gialloblù in cui al massimo tra Akragantini e Licatesi ci saranno 1.500 persone.
    Basterebbe fare un cordone di alcuni poliziotti all’estremità della gradinata onde separare le tifoserie per andare tutto bene.
    Inoltre potrebbero incontrarsi alcuni delegati delle due tifoserie e fare il giro di campo insieme per fare capire a tutti che si tratta solo di una partita di calcio.
    FORZA AKRAGAS

  • robusco wrote on 4 gennaio, 2011, 21:40

    Ricordo a tutti i commentatori da “libro cuore” dell’accoglienza avuta a licata negli ultimi anni (come tifosi) : intimiditi ed offesi costantemente così come i direttori di gara, quasi mai all’altezza, palesemente condizionati dall’atteggiamento anche di coloro che erano ai bordi del campo.
    Chi smentisce tutto ciò lo fa in malafede xchè io c’ero, SEMPRE.
    Detto ciò sono d’accordo con chi sostiene che si tratta solo di una partita di calcio e che sarebbe giusto dimostrare sempre maturità e correttezza alla faccia di chi ha sempre parole sbagliate nei confronti di una società quanto mai corretta e competente CHE HA L’ENNESSIMA OCCASIONE PER CONFERMARSI TALE E ZITTIRE GLI SCIACALLI.
    Che sia una bella giornata di sport e che licata ed Agrigento vincano gare più importanti di una partita di calcio.
    FORZA MAGICA AKRAGAS

  • Roby 65 wrote on 4 gennaio, 2011, 22:33

    Mi domando, per i duri di comprendonio, se l’andata si fosse disputata all’Esseneto a porte chiuse, i licatesi avrebbero voluto che il ritorno al Liotta si giocasse a porte aperte?
    E ancora come mai non c’è stata alcuna mobilitazione perchè già l’andata al Liotta si potesse giocare a porte aperte?
    Mi spiace ma non riesco a convincermi che sia giusto giocare a porte aperte il derby solo dalla gara di ritorno!!
    Pensiamo all’Orlandina che è più importante!
    Forza Akragas sempre e comunque!!

  • Licatese wrote on 5 gennaio, 2011, 1:00

    x robusco

    i “benevenuti” a licata sono stati simili anche ad agrigento,ma in ogni modo dobbiamo cancellare questi atteggiamenti ortodossi.

    x roby ti fai troppe paranoie, se all’andata non ci fu quell’entusiamo e’ perche’ il derby si e’ giocato solo alla terza giornata d’andata,oggi come oggi la cosa e’ diversa.

    PER IL RESTO

    L’OSSERVATORIO NON HA CLASSIFICATO NELL’ULTIMO RAPPORTO AKRAGAS-LICATA COME PARTITA A RISCHIO,OTTIMO SEGNO.

    LA PAROLA PASSA AI COMPETENTI E A CHI DI DOVERE,PER CUI…

    A BUON INTENDITOR POCHE PAROLE

  • Alessio Alessi wrote on 5 gennaio, 2011, 13:18

    Bedda Matrix chiariamo una cosa;
    all’andata sul forum licatese sono state diverse le iniziative per poter portare il pubblico akragantino al Liotta e quando l’osservatorio sportivo si è espresso negativamente, non stati pochi i commenti di disappunto.
    Adesso mi auguro che il direttore di questa testata prenda qualche bella iniziativa affinchè i due sindaci si incontrino e si recano dal prefetto per risolvere la situazione,poi sta a noi tifosi comportarci come si deve.

  • CICCIO NOBILE wrote on 5 gennaio, 2011, 14:18

    QUESTO E UN GRANDE PASSO IN AVANTI VISTO CHE L’OSSERVATORIO NON A INSERITO AKRAGAS LICATA A RISCHIO ORA DOBBIAMO ESSERE MATURI TUTTI SOCIETA GIOCATORI ALLENATORI E TIFOSI A NON FARE DEGENERARE TUTTO OGNUNO FACCIA IL TIFOSO X LA SUA SQUADRA MA ALLA FINE CI DEVE ESSERE UN GRANDE APPLAUSO X TUTTI CHE VINCA LO SPORT E NOI SIAMO 2 SOICIETA CHE ANNO UNA STORIA ONORIAMOLA W LO SPORT

  • Beddra Matrix. wrote on 5 gennaio, 2011, 17:11

    Forse non è chiaro il mio pensiero: si é già giocata una gara di andata senza la presenza del pubblico ospite. A chi di competenza l’ardua sentenza.
    Il pallone deve essere rotondo per tutti.

  • Roby 65 wrote on 5 gennaio, 2011, 22:07

    Non si tratta di paranoie ma di dati di fatto incontrovertibili!
    Forza Akragas e che il derby si giochi a porte aperte….dall’anno prossimo in D!!

  • Akragantino per sempre wrote on 6 gennaio, 2011, 10:35

    Per me sarebbe una bellissima giornata di sport con la tifoseria gialloblù a gremire la gradinata e quella biancazzurra a riempire la curva sud e la tribuna.
    Poi battere il Licata davanti alla sua tifoseria sarebbe il massimo.
    A fine partita poi tutti al bar insieme a prendere un dolcino ed un caffè.
    IN MARCIA GIGANTI!
    P.S. Mi raccomando portate tre bei punti da Capo d’Orlando!

  • Akragas nel midollo wrote on 6 gennaio, 2011, 13:12

    Bottino pieno contro l’Orlandina e poi contro il Licata al cospetto dei suoi tifosi.
    Sarà ottimo sia per i punti che per il cassiere.
    Avanti Biancazzurri!

  • Antonio S. wrote on 6 gennaio, 2011, 14:08

    Pensiamo a vincere contro l’Orlandina e poi penseremo al Licata. Mi piacerebbe comunque che fossero presenti ambedue le tifoserie.
    In marcia Giganti

  • Licatese wrote on 6 gennaio, 2011, 18:00

    roby 65 e beddra matrix lasciate perdere la disparita’ di scelta di tale scelta.

    giorno 16 potrebbe rilevarsi ottimo per le vostre casse e per il vostro stadio che si rimepira’ come non prima da diversi anni.

    NELLO SQUALLORE D’ECCELLENZA FAREMO UN ECCELLENZA,IN TERMINI DI PRESENZA E TUTTO,COLORE CHE INCOMBERA’ SUL TOTALE GRIGIORE QUOTIDIANO.

    UN ESEMPIO A LICATA MOLTO VICINO

    a gela dopo che il presidente tuccio (padre pio x la sua citta’) dopo aver mantenuto dignitosamente 3 stagioni in c2 la scorsa estate si e’ sobbarcato la spesa di 1milione di euro di fideussione per il ripescaggio in serie C1,regalando questa categoria alla sua citta’,menefreghista del calcio,del gela e della categoria.

    morale della favola, hanno fatto 187 abbonamenti, le ultime partite 500 spettatori,fischi e insulti alle prime sconfitte, portando all’esasperazione TUCCIO dopo aver regalato a gela la serie C1.

    risultato nessuno acquisto del presidente nel mercato di gennaio e totale pentimento di aver sborsato i soldi per una citta’ menefreghista che del calcio cittadino non gliene frega niente.

    per la serie U SIGNURI DUNA U PANI A CU NAVA I DENTI.

    noi stiamo a marcire da decenni in questo letamaio e a Licata gli spettatori che fanno a Gela in campionato c1 li facciamo al LIotta per gli allenamenti. Cosi come ad agrigento quando c’è entusiasmo lo stadio viene affollato dai suoi tifosi che come i tifosi gialloblu’ hanno solo mangiato bocconi amari in questi lunghissimi 15 anni e passa.

  • gero wrote on 6 gennaio, 2011, 21:01

    w lo stadio aperto per tutti siamo persone non animali

  • Fofò wrote on 7 gennaio, 2011, 10:04

    Stadio aperto a tutti.
    In un momento di crisi, di privazioni e di pagamento di tasse da tutte le parti con pochi sevizi in cambio almeno godiamoci questa partita.
    Abbiamo poco almeno godiamocelo senza polemiche.
    Stamu spinnannu pi na bella partita di calcio e ora ca finalmente l’avemu ci creimo problemi.
    Facciamoli venire i tifosi licatesi ed accogliamoli con simpatia.
    Forza Akragas

  • LICATESE77 wrote on 7 gennaio, 2011, 11:07

    SE CI SARA’ DATA L’OPPORTUNITA’ DI DIMOSTRARE CHE SIAMO CRESCIUTI NON PERDIAMOLA, SFOTTO’ COLORITI SEMPREEE MA MAI PIU’ VIOLENZA, LA VITA E’ TROPPO BELLA PER ROVINARCELA INUTILMENTE.

    SANI SFOTTO’, CI STANNO, LA GOLIARDIA, LA COMPETIZIONE, MA NON VALICANDO I CONFINI DEL BUON GUSTO, IO PER PRIMO HO SORRISO AI VOSTRI STRISCIONI IRRIVERENTI NEI NOSTRI CONFRONTI…..
    L’INTELLIGENZA E IL BUON GUSTO SONO UNA COSA LA VIOLENZA BECERA DA CONDANNARE E’ ALTRO !!!!

    MI AUGURO CHE QUESTO DERBY POSSA DISPUTARSI IN C, DOVE CI SONO PIAZZE DECISAMENTE INFERIORI AI NOSTRI POTENZIALI….

    FATEVI MENO SEGHE MENTALI, CHIUDETE COL PASSATO E GUARDIAMO VERSO UN FUTURO RADIOSO VERSO I NOSTRI E VOSTRI COLORI, LICATA E AG NON POSSONO STARE PIU’ IN ECCELLENZA….

  • Dario wrote on 7 gennaio, 2011, 12:25

    Sono d’accordo di ospitare i cugini licatesi per assistere ad una bella giornata di sport e dimostrare ancora una volta la maturità raggiunta dalle due tifoserie.
    Gigante a vita

  • DINO wrote on 7 gennaio, 2011, 16:52

    Akragas e Licata meriterebbero altre categorie.
    Per il momento gustiamoci questa bella partita di domenica 16 gennaio prossimo sperando di poter disputare prima possibile il derby almeno in serie D.
    Magica Akragas

  • aquila wrote on 8 gennaio, 2011, 20:38

    sul sito del licata ho letto che la digos vorrebbe vietare la trasferta ai tifosi del licata

    una sconfitta per tutti gli sportivi

  • Roby 65 wrote on 8 gennaio, 2011, 21:36

    Mi chiedo come mai per l’osservatorio una partita sia a rischio all’andata ma improvvisamente non lo sia più al ritorno……..Misteri……
    P.S. Dimenticavo, forza Akragas!!

  • Direttore wrote on 8 gennaio, 2011, 23:37

    Roby basta!!!!!!! stai sempre a rimurginare sul passato. Pensa al presente e al futuro. Ogni cosa ha la sua storia. Smettiamola di fissarci con le piccolezze.

  • LICATESE 77 wrote on 9 gennaio, 2011, 10:05

    PURTROPPO CHI DI DOVERE CIOE’ I SINDACI DELLE 2 CITTA’ AL SOLITO SONO INERMI AL PROBLEMA E NON STANNO FACENDO NULLA E DICO NULLA, LA PARTITA MOLTO PROBABILMENTE SARA’ DISPUTATA SENZA LICATESI.

    IN UN MOMENTO IN CUI, I PROBLEMI IN ENTRAMBE LE CITTA’ STANNO DIVENTANDO VERAMENTE PESANTI, EMIGRAZIONE IN CRESCITA, PULIZIA, SOCIALE, IGENE, SALUTE PUBBLICA, SPERAVAMO CHE ALMENO AVREMMO AVUTO QUESTA PARZIALE SODDISFAZIONE DI ESSERE LIBERI DI ASSISTERE AD UN INCONTRO DI CALCIO, INVECE QUASI SICURAMENTE RADIOLINA E DISPREZZO VERSO CHI GOVERNA 2 CITTA’ NATE PER ESSERE GRANDI E DIRETTE ALLO SFASCIO PIU’ TOTALE DA QUESTI MESTI CONDOTTIERI DI CAUSE PROPRIE, ANCORA SI E’ IN TEMPO, QUANTOMENO I 2 SINDACI HANNO L’OBBLIGO MORALE VERSO I PROPRI CITTADINI DI PROVARCI, MA NON FACENDO NULLA(ANCHE IN QUESTO CASO), TESIMONIEREBBERO LA LORO VICINANZA ALLA CITTA’ E QUELLO CHE QUOTIDIANAMENTE FANNO PER ESSA E PER I PROPRI CITTADINI.

    SCUSATE LO SFOGO PERSONALMENTE MANCO CONOSCO I 2 SINDACI, MA LA CAUSA MAGGIORE DEL NOSTRO MALESSERE E’ DATA DALLA STAFOTTENZA E DAL POCO DINAMISMO DEI NOSTRI POLITICI, CHE HANNO RESO UNA TERRA FERTILE E RICCA, IN UN GIARDINO ADIBITO A COLTIVAZIONE PER QUELLI DEL NORD.

  • Rino C. wrote on 9 gennaio, 2011, 10:27

    Purtroppo se la notizia data da “aquila” verrà confermata sarà un ulteriore bastonata per tutti gli sportivi Akragantini e Licatesi amanti del calcio e del tifo vero e sano.
    D’altronde in un periodo in cui arrivano solo bollette da pagare e divieti di ogni genere era lecito aspettarsi un provvedimento del genere.
    Ancora una volta io mi sento trattato da cittadino non di serie B come si dice in genere ma di serie eccellenza girone a.
    Poveri noi.
    Forza Akragas sempre e comunque

  • Redazione wrote on 9 gennaio, 2011, 13:24

    Caro Rino, da parte nostra abbiamo fatto e continueremo a fare il possibile. Evidentemente i nostri primi cittadini sono troppo presi dalle loro agende personali per sposare la nostra causa.

  • Roby 65 wrote on 9 gennaio, 2011, 15:46

    Caro direttore ti stimo e ti rispetto ma devi rispettare le opinioni diverse dalle tue.Le singolari decisioni dell’osservatorio sono di quest’anno, non del passato, prendine atto!

  • Direttore wrote on 9 gennaio, 2011, 17:19

    Roby 65, sai come la penso? Akragas Licata si giocherà senza tifosi ospiti.

  • Akragantino per sempre wrote on 9 gennaio, 2011, 20:16

    Con o senza i tifosi gialloblù domenica dobbiamo prenderci i tre punti.
    A tutti i tifosi Akragantini chiedo di essere presenti e tifare sino alla fine.
    Forza Akragas per sempre!

Scrivi un commento

Gravatars are small images that can show your personality. You can get your gravatar for free today!

Testata iscritta al n.289 Registro Stampa Tribunale di Agrigento in data 18 Settembre 2009
Dir. resp. Eugenio Cairone
P.I. 02574010845 · Copyright © 2009 - 2014 - tel 338.2146190 - agrigentooggi@hotmail.it
Iscrizione ROC n.19023