Agrigento, una “consulta” di nominati per l’imposta di soggiorno: ecco chi ne farà parte



Il Sindaco di Agrigento, Lillo Firetto , con propria determinazione ha istituito la Consulta Comunale per l’imposta di soggiorno.Si tratta di un organismo, gratuito e volontario che non darà diritto a compensi o a rimborsi, che avrà compiti di consulenza in materia di programmazione degli interventi finanziati con le risorse derivanti dal gettito dell’imposta della tassa di soggiorno e e di monitoraggio degli effetti dell’applicazione dell’imposta stessa, formulando eventuali proposte correttive in relazione ad ulteriori modalità applicative del tributo, esenzioni e riduzioni per particolari fattispecie o per determinati periodi di tempo.

A fare parte della neo Consulta, che durerà per due anni, saranno il Sindaco stesso o un suo delegato, l’assessore comunale al Bilancio, Francesco Picarella di Federalberghi, Paolo Pullara in rappresentanza di Assohotel, Antonio Messina e Vincenzo Sinatra entrambi titolari di alberghi. All’interno dell’organismo comunale anche Emanuele Farruggia del consorzio turistico Valle dei Templi, Gaetano Pendolino in rappresentanza del distretto turistico Valle dei Templi, Carmelo Cantone di Abba, Cristian Moncada di City of the Teamples, Enzo Campo, Elvira Mangione e Arianna Nicosia di b&b, Michele Buggea in rappresentanza dei titolari di camping, don Giuseppe Pontillo e Giuseppe Lo Pilato in rappresenza del Fai e della Kolymbethra.

Ultima modifica: 13 ottobre 2017