Agrigento, Di Rosa: “Firetto dimostri che vuol bene alla città, licenzi i suoi consulenti”



Giriamo nota stampa integrale di Giuseppe Di Rosa, del Movimento Mani Libere di Agrigento,sulla situazione finanziaria e consulenti al Comune.
“Firetto dimostri che vuole il bene di Agrigento LICENZI SUBITO I SUOI CONSULENTI PER 100.000 € ANNUE
Ad Agrigento non ci vogliamo bene e non vogliamo bene alla città neppure a Natale. E’ una nostra peculiarità il non volerci bene, che manifestiamo con la nostra totale indifferenza su tutto ciò che ci accade intorno. Tutto ci scorre addosso dalla Cattedrale che cade al dissesto finanziario del Comune. Non ci indigniamo, non puntiamo l’indice e non perché lo abbiamo già fatto in passato con nessun risultato.
Non lo abbiamo, semplicemente, mai fatto e non lo faremo mai. Il dissesto finanziario è servito e a servirlo è stato Firetto, così come lo ha servito a Porto Empedocle.
Bene! A noi agrigentini basta e avanza dirlo, parlarne. Meglio, parlarne rassegnatamente. E così Firetto e i tanti Firetto nostrani continuano a operare
indisturbati. A casa nostra è diverso. Manco a dirlo, se chiamiamo un artigiano per un qualsiasi lavoro e ci accorgiamo che non è cosa, lo mandiamo via prima di subito e pure in malo modo. Di Firetto ci basta parlarne, di tasse ci basta parlarne e così dei vari servizi. Maggiore responsabile la politica che tiene in piedi il sistema e non conta i danni prodotti da chi ha la responsabilità di regia della collettività.
E’ Natale, proviamo a volerci bene almeno in occasione dell’importante appuntamento con il calendario. Regaliamoci una maggiore attenzione sulla città, sulla politica e sui politici e liberiamoci degli incapaci che ci condannano ad una inaccettabile qualità di vita.

Ultima modifica: 15 dicembre 2017