Agrigento, ogni bus turistico pagherà per sostare in città



Pagamento per la sosta e l’accesso dei bus turistici ad Agrigento. L’iniziativa voluta dall’Amministrazione Comunale

Via libera del Comune di Agrigento al pedaggio obbligatorio per tutti i pullman turistici che ogni giorno entrano in città. Nessuna eccezione: toccherà anche ai mezzi che trasportano i tifosi e che parcheggiano in periferia. A controllare ci saranno i vigili urbani. I conducenti dei pullman dovranno esibire la ricevuta del pagamento effettuato preventivamente online. I soldi saranno incassati direttamente dal Municipio.

A volere il procedimento è stato l’Assessore al Traffico Franco Miccichè : “La delibera con i dettagli è pubblicata online nell’albo pretorio del comune . Un documento stilato alla perfezione dal dirigente Insalaco“. Afferma con tono soddisfatto l’amministratore comunale.

Miccichè ha già inviato informativa a più di 1800 tour operator. In un primo momento i controlli dei vigili urbani saranno preventivi, successivamente si passerà alla repressione. “Con la gestione diretta degli incassi inoltre – sempre secondo l’assessore – si è ovviato a una serie di pressioni esterne, da parte di privati che volevano gestire il servizio”. L’ordinanza tiene conto di quando deliberato dal precedente consiglio comunale. Ancora da comprendere la questione controlli. Anche perchè ad Agrigento il «turismo mordi-e-fuggi» è tutto da quantificare.  Poi rimane da comprendere come saranno reinvestiti gli introiti. Si spera, aggiungiamo noi, per migliorare sicurezza stradale, compresi servizi e segnaletiche. (DV)

LA REZIONE 

Ultima modifica: 18 aprile 2017

In questo articolo