Agrigento e Latina nel segno dell’ex



Agrigento e Latina nel segno dell’ex.

Fra gli avversari della prima di campionato, spicca un nome su tutti ed è quello di Andrea Saccaggi. La guardia toscana torna al PalaEmpedocle per la prima volta da avversario. Protagonista in quella Fortitudo della cavalcata verso la finale playoff, dopo un anno a Treviso, capolista della scorsa stagione nel girone Est, adesso è un giocatore della Benacquista Assicurazioni Latina Basket.
“Sicuramente non è una partita come le altre”, dice il giocatore nativo di Massa. “Ad Agrigento – continua – ho vissuto un periodo stupendo. Non solo per i risultati raggiunti dalla squadra ma anche sotto il profilo personale. Cambiare mi è dispiaciuto perché ho lasciato una società dove mi sono trovato molto bene, ma è stata una scelta dettata da questioni di opportunità. In quel momento pensavo si fosse chiuso un ciclo per me e avevo bisogno di ripartire da un’altra piazza”.
Guardia, classe 1989, il giocatore questa estate ha firmato un accordo biennale con il club pontino e si unisce ai confermati Pastore e Allodi. Considerato un veterano di questo campionato, Saccaggi lo scorso anno ha avuto un rendimento ben al di sotto dei suoi trascorsi biancazzurri. “È stata una stagione difficile – spiega – Treviso è una piazza molto ambiziosa, il roster è lungo e non è stato facile trovare spazio. Poi è arrivata la proposta di Latina, avevo bisogno di giocare per ritrovare sicurezza e divertirmi. Ho colto l’occasione al volo”.
C’è quindi da aspettarsi che il giocatore toscano sia desideroso di soddisfare le attese del suo vecchio pubblico, che dopo aver visto ritornare Pendarvis Williams, in estate ha sperato anche nel ritorno di Andrea.
“Latina ha battuto tutti sul tempo – aggiunge Saccaggi – evidentemente non era ancora il momento di tornare ad Agrigento”. Domenica si affrontano due società che hanno diverse analogie. “È vero – continua – entrambe fanno della programmazione la loro filosofia di crescita. Anche qui c’è un allenatore da tanti anni. Hanno pazienza e sanno pianificare la crescita, gestirla in modo graduale. Tutte e due hanno inoltre una grande solidità economica, un particolare non di poco conto a questi livelli”. La prima di campionato sarà quindi un test che potrà offrire diversi spunti di riflessione sul cammino di entrambe. “Agrigento – afferma ancora il giocatore pontino – è una squadra insidiosa, ho visto che ha fatto un buon precampionato. Ha preso giovani interessanti. Conosco Franco Ciani e so quanto sia bravo con i ragazzi. Quella di domenica sarà una partita particolare, anche perché è la prima di campionato. Anche Latina ha ricostruito molto, siamo reduci da una preparazione intensa, tante amichevoli, siamo una squadra che punta all’attacco. Sul brio offensivo, sul talento dei singoli, siamo sicuramente bene allenati”. Saccaggi oltre a spendere belle parole anche sulla città, “Agrigento non ha paragoni, la sua storia, il suo mare, sono difficili da trovare altrove”, ha parlato anche del suo ex Franco Ciani: “Sono certo saprà preparare bene la partita, è un grande tecnico”. Il giocatore, che afferma di sentire spesso il ds Cristian Mayer e Marco Evangelisti, ha voluto spendere parole anche per i suoi ex tifosi: “Sono rimasti nel mio cuore, li rivedrò domenica. Vinca il migliore!”. Tra gli altri ex che in questa nuova stagione la Moncada andrà ad affrontare, ci sono anche Albano Chiarastella e Alessandro Piazza. Intanto, questa mattina, il coach Franco Ciani, il ds Cristian Mayer e il capitano Marco Evangelisti, hanno incontrato  la stampa in occasione della prima sfida di campionato, stagione 2017/18 di serie A2 girone Ovest. La Fortitudo giorno 1 Ottobre, sarà impegnata in casa contro la Benacquista Latina Basket, palla a due alle ore 18:00.

Ultima modifica: 29 settembre 2017