La buca presente sull’asfalto sarebbe una delle cause che avrebbe determinato l’incidente.

E’ quanto è emerso in aula, durante la deposizione del medico legale Filippo Alessi e dell’ing. Antonio Barcellona, consulenti della difesa.

I due sono intervenuti in Tribunale, ad Agrigento, nel corso di una udienza del processo scaturito dall’inchiesta sulla morte di Chiara La Mendola, la giovane di 23 anni morta a seguito di un incidente stradale verificato nel dicembre del 2013 lungo la via Cavaleri Magazzeni a San Leone.

Imputato nel procedimento è Giuseppe Valenti, 80 anni di Agrigento, l’automobilista che quella sera avrebbe travolto con la sua auto la giovane agrigentina dopo che questa avrebbe perso il controllo dello scooter su cui viaggiava proprio a causa della buca.

Imputati, in altro procedimento, due funzionari del Comune di Agrigento.

Ultima modifica: 12 ottobre 2017