Si ritorna ancora a parlare della frana che ha interessato il costone del Viale della Vittoria con la conseguente evacuazione da abitazioni ed esercizi pubblici.

Il Comune di Agrigento è stato citato nel processo e potrebbe essere chiamato a risarcire gli sfollati per i danni arrecati in caso di condanna degli imputati.

I difensori di parte civile, in particolare, avevano chiesto di “accertare se c’è stato un nesso fra la frana e le infiltrazioni d’acqua provocate dalle perdite idriche di Girgenti Acque e dalla rottura delle vasche di accumulo dell’Asp e se sussistono altre responsabilità fra gli uffici di Protezione civile e pubblica incolumità del Comune”.

Accusati di disastro colposo sono l’ex sindaco Marco Zambuto, il dirigente dell’Utc Giuseppe Principato e Maria Isabella Sollano e i figli Valentina e Oreste Carmina, i presunti proprietari dei terreni prospicienti al costone che ne avrebbero provocato il crollo non provvedendo a controllare il flusso di acque.

 

Ultima modifica: 4 novembre 2017