Agrigento, estorsione a imprenditore: difetto di notifica, Militello verso la scarcerazione



Il GUP Molinari del Tribunale di Palermo,  ha accolto il ricorso dell’avvocato Giovanni Castronovo contro la notifica di chiusura indagini e relativo rinvio a giudizio nei confronti di Liborio Militello, 50 anni, arrestato lo scorso 8 novembre insieme ad Antonio Massimino per presunte estorsioni nei confronti di un imprenditore agrigentino.
Militello, che ha nominato come difensore l’avv. Castronovo lo scorso 19 maggio, è stato rinviato a giudizio il 25 dello stesso mese ma l’avviso sarebbe stato notificato al legale sostituito poi da Castronovo. Da qui il ricorso accolto dal GUP.
In virtù del ricorso e considerando l’imminente scadenza dei termini, appare molto probabile la scarcerazione di Militello.
I sostituti procuratori della Dda, Camilleri e Sinatra, hanno presentato ricorso.
Il GUP ha anche deciso lo stralcio della posizione di Antonio Massimino che sarà processato da solo. Si torna in aula il 9 novembre.

Ultima modifica: 20 ottobre 2017