Agrigento, domenica infernale: code da San Leone a Villaggio Mosè



Code dal semaforo del “Tre Torri” e fino a “Cannatello”.

Anche in centro il traffico non migliora. Il caos nei pressi della Farmacia Indelicato.

Nel resto di Europa è da anni ormai che i semafori vengono rimossi e istallate rotatorie. Ad Agrigento si va controcorrente. Si comprano nuovi semafori per sostituire quelli vecchi. Un’ostinazione. Risultato ? Code e traffico in tilt. Sono tante infatti, le lamentele di cittadini che ieri sono rimasti imbottigliati nel traffico. In particolare tra le 19 e le 20 code chilometriche si sono registrate tra San Leone e Viale Cannatello. La causa del congestionamento del traffico sarebbe il semaforo attivato all’incrocio con Via Leonardo Sciascia.

Considerato che ancora la stagione estiva non é iniziata ed auspicando che non si voglia stabilire il record di “fila di auto più lunga del mondo” chi lo spiega all’ “esperto” del traffico della città di Agrigento che l’aver sostituito la svolta continua a destra con un semaforo temporizzato nei pressi del “Tre Torri” rischia di passare alla storia come una delle peggiori idee mai avute ad Agrigento“?

Chiede un cittadino.

Anche l’attivazione dei nuovi semafori in centro non sembra aver portato benefici. Ma quello che appare veramente incredibile è come non si riesca a pianificare il traffico nella zona della Farmacia Indelicato e su Piazza Rosselli. Proprio qui, troppo spesso, la situazione è del tutto congestionata, con auto in doppia fila e automobilisti che ignorano i diritti di precedenza negli incroci. Ad influire negativamente la chiusura del viadotto Akragas.

Ultima modifica: 24 aprile 2017

In questo articolo