Agrigento, “danni dopo estrazione di catetere”: all’Asp chiesti 66 mila euro



E’ stato chiesto un risarcimento di 66 mila euro all’Asp di Agrigento per avere subito un danno a seguito dell’estrazione di un catetere vescicale.

I fatti  risalgono al periodo compreso tra l’estate del 2016 e l’autunno del 2017. L’uomo era ricoverato nel reparto di terapia intensiva e di chirurgia dell’ospedale “San Giovanni di Dio”. Dopo il tentativo di un’istanza di mediazione non andata a buon fine, l’uomo ha citato in giudizio l’Asp per accertare le responsabilità. A darne notizia il quotidiano La Sicilia .

Ultima modifica: 24 gennaio 2018