Agrigento ai nastri di partenza, Ciani : mi sento come al primo giorno di scuola



Ci siamo: tutto pronto per il debutto stagionale della Fortitudo Moncada Agrigento.  Riparte la nuova stagione di A-2: domani, palla a due alle 18, si gioca Agrigento – Latina. Dopo un precampionato intenso, c’è tanta voglia di cominciare per testare il roster nelle partite che contano. Gli ultimi anni dicono di Agrigento sempre protagonista. Quest’anno la squadra ha cambiato tanto: ci vorrà del tempo per valutarla. “Siamo curiosi di capire come il gruppo reagirà al campionato” – ha spiegato il ds Mayer nella prima conferenza stampa della nuova stagione regolare.  “La tensione – ha aggiunto – è quella di tutti gli anni, difronte ci troveremo una squadra tosta che ha un roster di tutto rispetto”. C’è tanto entusiasmo intorno al nuovo potenziale di questa squadra, per questo ci si aspetta una buona cornice di pubblico. “Rispetto agli anni passati – aggiunge Mayer – ho visto tanta gente seguirci nelle amichevoli. A Caltanissetta erano tantissimi e anche nelle sfide del nostro palazzetto ho visto una bella presenza, speriamo di confermarle anche durante il campionato”. Le regole del torneo sono sempre le stesse: partecipano 32 squadre divise nei gironi Est ed Ovest, le prime otto di ciascuno vanno ai playoff. La promozione in A è ancora una sola, ma – grazie al dialogo tra Lnp e Fip – sarà l’ultimo anno: la prossima stagione saranno eccezionalmente tre, due a partire dalla successiva. Quello che aspetta alla Moncada è un’altra annata su è giù per lo stivale, isole comprese, perché quest’anno si è aggiunta anche la Sardegna con Cagliari, società satellite di Sassari che ha acquisito i diritti di Ferentino. Dopo l’antipasto della preseason è tempo di fare sul serio. Agrigento è impegnata nel girone Ovest, di cui fanno parte tra le altre, Biella, Tortona, Legnano, Virtus  ed Eurobasket Roma, Trapani, Reggio Calabria, Latina,  Siena e la neopromossa Napoli. Per Franco Ciani sarà la sua settima stagione nella panchina di Agrigento. L’udinese non nasconde la tensione della vigilia: “Mi sento come al primo giorno di scuola, ma con la voglia di dare la continuità ad un progetto iniziato anni fa”. L’obiettivo dichiarato rimane la salvezza. “Dobbiamo prima di tutto giocare per mantenere questa categoria – afferma Ciani  senza giri di parole – naturalmente sarà il tempo a farci capire dove possiamo arrivare, ma in questa fase non possiamo caricare la squadra di ulteriori responsabilità”. Alla conferenza stampa dalla vigilia era presente anche Marco Evangelisti, da quest’anno investito con i gradi di capitano ed alla sua quarta stagione all’ombra dei templi. “Ogni anno – ha detto – è sempre particolare, non vedo l’ora di cominciare. Manca la parte agonistica che nelle amichevoli non trovi. Non dobbiamo perdere punti in casa, ma non è sempre facile ma la fortuna bisogna pur crearsela. Negli anni abbiamo puntato sempre sulla difesa, siamo pronti a farlo anche quest’anno”. (DV)

Nella Foto Franco Ciani, Cristian Mayer e Marco Evangelisti

Ultima modifica: 30 settembre 2017